Stephan El Shaarawy, alla Roma da gennaio 2016, ha risposto alle domande dei tifosi sulla pagina Facebook ufficiale del club capitolino. L’attaccante, a causa di un infortunio, salterà la sfida di sabato contro il Napoli.

Ecco alcune delle sue principali parole: “Il mio inizio stagionale è stato un po’ complicato, ho comunicato la preparazione più tardi per un problema alla schiena. Ho iniziato 2-3 settimane dopo in America, poi ho lavorato a Trigoria e sono riuscito a recuperare. E’ stato un inizio abbastanza positivo, sono contento di questo. Anche a livello collettivo siamo andati bene. Di Francesco? Cura molto i dettagli sia per il reparto offensivo che per quello difensivo. Lavora tantissimo sul campo a livello tattico, mi agevola parecchio quello che chiede agli esterni, sembra fatto per le mie caratteristiche e tutto ciò mi avvantaggia. Poi a livello umano mi piace, si riesce ad avere un dialogo ed un rapporto. Il mister chiede dei compiti da fare e rispettare, ma come lui anche tutti i compagni. Quando la palla è sulla destra Kolarov mi chiede di stare dentro e non largo. Tra compagni ci si aiuta a vicenda“.

L’ex Milan e Monaco, di padre egiziano, ha modo di commentare anche la storica qualificazione ai mondiali della Nazionale di Salah, senza dimenticare quella italiana: “Penso che sia stato un evento storico per questa nazionale e sono veramente contento per quello che ha fatto Salah, è stato il trascinatore di questa squadra. Quando feci la doppietta con l’Udinese mi ha scritto un messaggio facendomi i complimenti. Ora che l’ha fatta lui gli ho scritto, sono contento per lui, è una grande persona e un gran calciatore. L’Italia? Il fatto di essere testa di serie è positivo per noi, è stato importante vincere con l’Albania. Sarà molto difficile, qualsiasi squadra incontreremo. Manca un mese, sarà un impegno dove dovremo mettere tutto“.