Il n.10 della Juventus, appresa la storia di San Donato, invia un messaggio audio allo studente egiziano che ha scongiurato la strage

Un messaggio sullo smartphone del padre e gli occhi di Rami si sono illuminati di gioia. E’ stata un’altra emozione, questa volta dal sapore speciale, dopo quella traumatica vissuta sullo scuolabus dirottato della scuola Margherita Hack di San Donato. Il vocale ha come mittente Paulo Dybala, il giocatore di cui lo studente di origine egiziana conserva gelosamente una maglia in camera:“Sei davvero un grande, voglio conoscerti“.

Una persona dell’entourage aveva letto sui giornali della passione di Rami per Dybala, allora ecco che si è cercato nel più breve tempo possibile di mettersi in contatto con il ragazzo. Dal ritiro con l’Argentina, lo staff del giocatore è riuscito a parlare con la famiglia, che voleva soddisfare a tutti i costi quel desiderio impossibile da realizzare fino a quel momento:“Vorrei tanto incontrare Dybala, è l’unica cosa che voglio”.

Dal cellulare della Joya è partito l’audio che ha fatto impazzire il giovane:“Non ci credo, Dybala! Vorrei vederlo il prima possibile”. Passata l’emozione iniziale, Rami ha risposto con un altro messaggio vocale:“Sei il mio giocatore preferito al mondo, seguo la Juve solo perché ci sei tu, passare una giornata con te è il mio sogno”.

Rami Shehata

IL MESSAGGIO DI DYBALA

“Ciao Rami, come stai? Spero molto bene. Sono Paulo Dybala, volevo dirti che ho saputo quello che hai fatto, sei veramente un eroe. Ho saputo che hai la mia maglia e per quello che hai fatto mi piacerebbe parlare con te. E vorrei invitarti allo Stadium a vedere una partita, quando potrai. Spero veramente di poterti conoscere. Sono davvero contento di poterti mandare questo audio: sei davvero un grande, ti mando un forte abbraccio”.

LA RISPOSTA DI RAMI

“Ciao Paulo, sono Rami. Volevo dirti che sei il mio giocatore preferito al mondo, seguo la Juve solo perché ci sei tu, ho anche la tua maglietta appesa nella mia camera da letto. Il mio sogno è vederti presto e trascorrere una bella giornata con te. Mi fa molto molto, ma molto piacere vederti”.

Antonio Alicastro