È stata una stagione rocambolesca per il Borussia Dortmund, che ha acciuffato il quarto posto e la qualificazione in Champions League soltanto per merito di una differenza reti benevola che le ha permesso di avere la meglio sul Bayer Leverkusen, arrivato a fine stagione con gli stessi punti dei gialloneri, 55.

Nonostante ciò, dalle parti del Signal Iduna Park valutano la stagione come fallimentare e sono pronti a dare il via ad una rivoluzione massiccia, a partire dalla panchina, dove Stöger ha già comunicato il suo addio, fino ad arrivare a qualche probabile cessione illustre.

Il nuovo tecnico dovrebbe essere Lucien Favre del Nizza, cercato anche durante la scorsa estate ma senza successo, mentre la lista dei calciatori con le valigie in mano è lunga quanto quella dei nuovi obiettivi di mercato.

Partendo dal reparto arretrato, i due storici terzini Piszczek e Schmelzer, tra i pochi reduci della rosa vincitrice dell’ultimo storico scudetto nel 2012, sono in uscita, così come Sokratis, ex conoscenza del campionato italiano, in Germania dal 2013 e Guerreiro, tintosi di giallonero dopo l’ottimo europeo in Francia disputato con la nazionale portoghese nel 2016.

A centrocampo potrebbero lasciare anche Castro, centrocampista 30enne utilizzato sporadicamente nel corso della stagione appena conclusa.

Sebbene continuino ad esserci nuovi rumours attorno ai nomi di Pulisic, ToljanSchurrle Sahin, difficilmente tutti e quattro lasceranno Dortmund nell’arco della prossima estate.

I gialloneri sperano di incassare un budget di almeno 80 milioni di euro da queste cessioni e, secondo quanto riportato dal quotidiano Bild, sono pronti a reinvestirli per un bomber d’area di rigore in grado di garantire una quantità di gol che si avvicini quanto più possibile ai numeri fatti registrare da Aubameyang, partito a gennaio e mai degnamente sostituito.

Da monitorare la situazione di Batshuayi, arrivato a gennaio e autore di 9 gol in 14 partite: il club vorrebbe confermarlo ma ha prima bisogno di capire se il nuovo allenatore del Chelsea, chiunque egli sarà, vorrà richiamarlo alla base o meno.

Il sogno di mercato proviene proprio dal Chelsea ed è Alvaro Morata, autore di una stagione altalenante e costantemente al centro di voci di mercato.

Un’ultima ipotesi per l’attacco, percorribile specialmente in caso di arrivo di Favre come nuovo tecnico, è rappresentata da Mario Balotelli, appena rientrato in orbita nazionale e protagonista di un’ottima stagione con il Nizza, con cui ha segnato 26 reti in 37 partite.

Procedendo in ordine cronologico, però, il primo acquisto dovrebbe essere Lichtsteiner, che ha già annunciato il suo addio alla Juventus e sta definendo in queste ore gli ultimi dettagli del suo contratto con i tedeschi, mentre il secondo potrebbe essere Delaney, centrocampista danese classe 1991 in arrivo dal Werder Brema.

Giuseppe Lopinto