Il Real Madrid ha deciso: sarà Mariano Diaz il successore di Cristiano Ronaldo in attacco. Per l’attaccante del Lione, cresciuto proprio nelle giovanili merengues, saranno spesi 22 milioni più bonus.

I preferiti erano Lewandowski (Bayern Monaco) e Rodrigo (Valencia), ma una telefonata di Julien Lopetegui ha sbloccato la situazione con Mariano. In corsa c’era anche il Siviglia, ma il Real partiva da una clausola di recompra inserita l’estate scorsa, quando la punta dominicana si trasferì in Francia per 8 milioni. “Ci ha detto che vuole venire da noi – ha detto il presidente dei biancorossi Josè Castro – ma il Real vuole esercitare il diritto di recompra“.

I termini del contratto sono chiari: se viene raggiunto un accordo con un’altra squadra per il trasferimento di Mariano, il Lione è obbligato a comunicarlo al Real. Da quel momento, i blancos hanno 48 ore di tempo per decidere se esercitare la recompra. La beffa è ancora maggiore se si considera che l’offerta del Siviglia è più alta, 30 milioni (più 5 di bonus) contro 22. Ma se anche il Real decidesse di non intervenire, incasserebbe comunque il 35% della cifra di trasferimento, quindi oltre 12 milioni.

Mariano Diaz, 25 anni, dominicano naturalizzato spagnolo, è passato alle giovanili del Real Madrid a 18 anni. Nel 2016 viene promosso in prima squadra, con 14 presenze e 5 reti. L’estate scorsa è stato acquistato per 8 milioni dal Lione, con cui ha realizzato 21 reti in 48 presenze.

Il Real Madrid, vincitore delle ultime tre Champions, ha speso 124 milioni sul mercato ma senza sostituire Cristiano Ronaldo, ceduto alla Juventus per 117 milioni. Sono arrivati il giovane terzino Vinicius Junior dal Flamengo (45 milioni), in porta Courtois dal Chelsea (35 milioni) e Lunin dagli ucraini dello Zorya Luhansk (8,5 milioni), più il terzino Odriozola dalla Real Sociedad (30 milioni).

Lopetegui ha a disposizione Benzema e Borja Mayoral come prime punte. Se dovesse essere costretto ad adattare Gareth Bale, le risorse sulle due fasce sarebbero estremamente contate: al momento sono Bale e Lucas Vazquez a destra più Marco Asensio e Vinicius Junior a sinistra.

Stefano Francescato