L’infortunio di Rüdiger ha causato conseguenze molto più grandi di quanto fosse possibile prevedere. Riassumiamo: durante una partitella di allenamento con la Germania il difensore rimedia una lesione al legamento crociato del ginocchio destro a causa di uno scontro di gioco con Müller. Addio agli Europei, naturalmente, ma le conseguenze sono gravi anche per la Roma, che stava chiudendo con il Chelsea di Antonio Conte la cessione del tedesco.

Ecco che quindi inizia l’effetto valanga: saltato l’affare Rüdiger, la Roma si ritrova con la necessità di vendere per via del fair play finanziaro, ed ecco che Marotta va a bussare alla porta dei giallorossi per portare a Torino Miralem Pjanić, bosniaco corteggiato da parecchio tempo dai bianconeri. Affare intorno ai 30-35 milioni, quindi al di sotto della clausola rescissoria imposta dal club della capitale e vero primo colpaccio di mercato per la Juventus.

Da tutto ciò ora proverà a trarne vantaggio il Real Madrid: il club di Pérez spera infatti che l’arrivo del centrocampista possa facilitare la cessione di Paul Pogba, che verrà discussa nel vertice della settimana prossima, quando Marotta volerà a Madrid per chiarire la questione Morata. Mentre sembra ormai certa la partenza del madrileno, Zidane tenterà anche l’assalto al gioiello francese: si parla di una proposta astronomica, ben oltre i 100 milioni dell’affare Bale.

La Juventus ha sempre dichiarato Pogba incedibile, e lo stesso Paul ha ribadito più volte di trovarsi bene a Torino, ma una simile offerta farebbe vacillare qualsiasi certezza, permettendo ai bianconeri di compiere un mercato di rafforzamento molto simile a quello del 2001, quando, proprio grazie a Zidane e al Real Madrid, poterono comprare Buffon, Thuram e Nedvěd.

Più “normale” la situazione sul mercato di altri due centrocampisti, Pereyra e Padoin, entrambi sul piede di partenza: mentre il primo, dopo il deludente e difficile anno bianconero, piace molto al Watford, il jolly juventino è corteggiato dal neo promosso Cagliari nell’ottica di una campagna acquisti che permetta ai sardi di rimanere nella massima serie anche i prossimi anni.

di Luca Tantillo