Cristiano Ronaldo continua ad abbattere un record dopo l’altro.

Grazie al gol siglato due giorni fa al Parco dei Principi contro il Psg è diventato il secondo calciatore ad andare a segno in ben 9 partite di fila in Champions League. L’impresa, prima di lui, era riuscita soltanto all’attaccante olandese Ruud Van Nistelrooy durante la stagione 2002/03, quando vestiva la maglia del Manchester United.

Un ulteriore dato che conferma la potenza di fuoco del portoghese preso singolarmente è quello relativo al numero di reti complessive segnate in Champions: in 148 presenze, infatti, il nativo di Funchal ha gonfiato la rete ben 117 volte. Il dato curioso è che soltanto 19 squadre partecipanti alla Champions League sono riuscite a segnare più gol di lui durante tutta la loro storia.

Fa impressione che, ad esempio, lo Shakhtar Donetsk, che vanta ben 12 partecipazioni alla Champions League, abbia segnato gli stessi gol di CR7 e che un altro club glorioso, l’Ajax, ne abbia segnati soltanto 12 in più, nonostante un gran numero di partecipazioni alla fase a gironi (e non solo) della Champions.

I prossimi numeri da eguagliare sono i 135 gol della Dinamo Kiev e i 137 di Bayer Leverkusen e Olympiacos. Ancora lontani Valencia e Inter, che hanno segnato rispettivamente 146 e 148 reti. Considerando, però, lo stato di forma attuale e il periodo di grazia che vive ormai da anni, non è eresia pensare che Cristiano Ronaldo possa arrivare a raggiungere un altro di questi traguardi leggendari.

Giuseppe Lopinto