Juventus in finale grazie alla rete di Pjanic

La Juventus per il record, l’Atalanta per sognare. A Torino si gioca il ritorno di Coppa Italia. All’andata, a Bergamo, finì 0-1 per i bianconeri con la rete decisiva di Higuain. La novità di Gasperini è la scelta di Mancini nei 3 di difensore. Per Allegri un’importante ritorno a centrocampo: Blaise Matuidi. Arbitra l’incontro il sig. Fabbri.

Parte bene l’Atalanta che al 12 va abbastanza vicina al gol. Lancio dalla trequarti sul quale si avventa Gomez che in scivolata anticpa Lichtsteiner. Il tocco del Papu termina tra le mani di un attento Buffon. La Juventus chiede un calcio di rigore per un tocco di mano di Masiello. Il direttore di gara fa proseguire ed il VAR conferma il “non rigore”. La prima vera occasione arriva al minuto 34 con Mandzukic: il croato resiste alla carica di due giocatori, entra in area ma spara addosso ad un attento Berisha. 44′ azione personale di Asamoah che di mancino spara sull’esterno della rete. Il primo tempo finisce sotto una fitta nevicata.

Al 49 occasione Juventus con Marchisio. Il centrocampista da posizione defilata in area, calcia verso la porta di Berisha che respinge attentamente. Al 64′ occasione per Gomez: il capitano nerazzurro da centrocampo scavalca Buffon, ma la palla termina sul palo. Altra occasione per i bergamaschi, sempre con il Papu che dal limite scocca un potente mancini: palla di poco sopra la traversa. Risposta bianconera, poco dopo, con  Douglas Costa che con un tiro a giro centra in pieno la traversa. Minuto 72 passa la Juventus. Fallo di Mancini che trattiene Matuidi in area: Fabbri assegna il rigore che Pjanic non fallisce. Dopo 4 minuti di recupero, finisce 1-0. Juventus in finale

 

Ammoniti: Chiellini (J), Gomez (A), Pjanic (J), Matuidi (J), Masiello (A), Alex Sandro (J), Mandzukic (J)

Formazioni

Juventus (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Asamoah; Marchisio, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic, Alex Sandro. All. Massimiliano Allegri

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Mancini, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Spinazzola; Cristante; Ilicic, Gomez. All. Gian Piero Gasperini