Copa Libertadores 2019

Sette su otto. Ormai manca solo una gara al termine degli ottavi della Copa Libertadores 2019, una gara che si giocherà stanotte: Libertad-Gremio chiuderà il quadro di questo turno e ci fornirà il tabellone ufficiale dei quarti di finale. Nel mentre, abbiamo assistito a match emozionanti e ricchi di tensione: Cruzeiro-River Plate, Palmeiras-Godoy Cruz, Olimpia-LDU, Internacional-Nacional, Cerro Porteño-San Lorenzo, Boca Juniors-Athletico Paranaense e Flamengo-Emelec. Andiamo a riassumere tutto ciò che è successo in settimana.

COPA LIBERTADORES 2019, GLI OTTAVI: ARMANI SALVA IL RIVER, RIMONTA FLAMENGO– C’era molta attesa per questi ottavi di finale, e soprattutto per la gara del Maracanà. Il Flamengo, una delle assolute favorite per la vittoria finale, aveva perso malamente nel match d’andata all’Estadio George Capwell, venendo soverchiato dalle ripartenza degli Electricos: 2-0 per gli ecuadoriani, che però vengono subito rimessi al loro posto dalla stella dei rubronegros. Gabigol, dopo l’ottimo 2018 col Santos, sta vivendo un’altra annata d’oro, stavolta col Mengão: in campionato segna un gol a partita, in Libertadores è stato decisivo nella rimonta flamenguista. È lui ad aprire le marcature al 10′, trasformando un rigore, è lui a raddoppiare al 19′: Flamengo avanti 2-0 e doppietta di Gabigol. L’Emelec si difende e porta la sfida ai rigori, ma soccombe di fronte a un pararigori come Diego Alves: l’ex portiere del Valencia, recordman di rigori parati nella Liga, neutralizza il tiro di Arroyo e ipnotizza Quinonez, che calcia sulla traversa. 4-2 Flamengo, e brasiliani ai quarti. Un’altra big passa ai rigori, e deve ringraziare il suo strepitoso portiere: Franco Armani è ufficialmente il miglior portiere tra quelli militanti in Sudamerica, e a nostro avviso tra i primi cinque al mondo. In una sfida difficile e ad alta tensione contro il Cruzeiro, che vede Gallardo fare qualche cambiamento (Carrascal titolare, ritorno di Borré e Pratto nel 4-1-3-2), l’estremo difensore argentino salva il River Plate nei tempi regolamentari sulla conclusione di Pedro Rocha, e si esalta nei rigori: para i tiri di David ed Henrique, e il River fa quattro su quattro con De La Cruz (’97), Montiel (’96), Martinez Quarta (’96), Borré (’95). Millonarios ai quarti, dove sfideranno una delle sorprese di questa Copa Libertadores.

Il Cerro Porteño aveva disputato un ottimo girone, ma dopo lo 0-0 dell’andata e la rete immediata del San Lorenzo, nessuno si aspettava che passasse. Il Ciclon passa con Bareiro, uno dei tanti acquisti voluti da Pizzi per il nuovo corso, ma viene rimontato dalla formazione allenata da Miguel Angel Russo: Larrivey pareggia su rigore al 56′, Oscar Ruiz manda avanti il Ciclon de Barrio Obrero al 63′. 2-1 Cerro, e paraguaiani ai quarti. Termina invece negli ottavi l’avventura dell’Olimpia: il Decano aveva perso 3-1 contro la LDU nel match d’andata, e va subito sotto compromettendo la possibile rimonta. Jhojan Julio porta avanti la LDU al 20′, William Mendieta pareggia (35′) e l’Olimpia non sfrutta un tempo intero in superiorità numerica: rosso a Jhojan Julio al 48′, ma nulla da fare per i padroni di casa. Decisamente più facile il compito del Palmeiras, che dopo l’enorme sofferenza dell’andata dilaga al ritorno contro il giovane Godoy Cruz di Lucas Bernardi: il match si sblocca nella ripresa, col vantaggio firmato da Raphael Veiga al 57′. Raddoppia Borja al 74′, poi il Verdão dilaga con Gustavo Scarpa (84′) ed Eduardo nel recupero. Il Tomba chiude anche in dieci, per il rosso a Manzur (88′).

Ha vita facile anche l’Internacional, che aveva battuto 1-0 il Nacional all’andata: la sfida si sblocca al 16′, quando Rodrigo Moledo insacca l’1-0. Tutto tranquillo per il Colorado, che raddoppia nel finale: Paolo Guerrero segna il quarto gol in altrettante partite di Libertadores giocate dopo il rientro dalla squalifica, e si conferma in splendida forma, dopo l’ottima Copa America col Perù. Internacional avanti dunque, così come avanza il Boca Juniors sotto gli occhi di Daniele De Rossi, che sarà utilizzabile a partire dai quarti di finale e dalla riapertura delle liste. Un Boca Jrs molto giovane, con Weigandt e Capaldo nuovamente titolari e Alexis MacAllister sulla sinistra, ha vita facile contro l’Athletico-PR: l’hombre del partido è Nahitan Nandez, che poi esce in lacrime dal suo ultimo match alla Bombonera, dato che nel fine settimana firmerà col Cagliari. Nandez è decisivo anche senza segnare: le reti xeneizes portano la firma di Abila (57′) e Salvio (95′), colui che sostituirà Nandez sulla destra del 4-4-2 di Gustavo Alfaro. Come dicevamo, gli ottavi si chiuderanno stanotte (h. 2.30) con Libertad-Gremio. 

COPA LIBERTADORES, IL TABELLONE DEI QUARTI

River Plate-Cerro Porteño
Boca Juniors-LDU
Flamengo-Internacional
Palmeiras-Gremio/Libertad

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.