Gol, emozioni, grandi giocatori e grandi parate: c’è tutto questo nelle gare d’andata dei quarti della Copa Libertadores, che ci regalano tre match apparentemente già definiti. Boca Juniors, Gremio e Palmeiras vincono tutte 2-0 e intravedono la semifinale, ma nel calcio sudamericano nulla va dato per scontato (neppure un ko per 5-0 fuori casa, il River insegna) e tutto può succedere. E così può anche capitare che la partita più bella delle quattro sia ancora del River Plate, e sia ancora uno 0-0 roboante nel quale Armani e Campaña si travestono (ancora) da Superman e volano a fare miracoli. Andiamo a riassumere tutte le emozioni di questa tornata di gare.

ATLETICO TUCUMAN-GREMIO 0-2: ALISSON ED EVERTON SPEZZANO IL SOGNO DEL DECANO– Il Tucumàn sognava la grande vittoria in casa per continuare nel suo sogno continentale, ma viene stoppato da un Gremio forte e cinico: il Decano parte meglio, sotto la spinta del pubblico del Monumental Josè Fierro, e ha le prime occasioni della partita. Leandro Diaz e il Pulga Rodriguez fanno il bello e il cattivo tempo, e non risentono del ko di Noir, che costringe Zielinski a ridisegnare il suo scacchiere all’8′: Renato Gaucho, di contro, gioca di ripartenza con Ramiro in mediana insieme a Maicon e Cicero, e Luan falso nueve con Alisson ed Everton ai lati, e la mossa funziona. Il vantaggio arriva al 34′ e porta la firma dello stesso Alisson, e il Tucuman perde la testa, restando in dieci per il rosso a Gervasio Nunez (45′): a quel punto è tutto facile per il Gremio, che raddoppia con lo scatenato Everton e chiude sul 2-0 esterno. Vittoria fondamentale per i detentori, che intravedono la semifinale, e ko che fa male per il Tucuman: il Decano viene però consolato dal suo pubblico, che nonostante la sconfitta premia la prestazione coraggiosa dei suoi ragazzi con un’autentica standing ovation. Esto es futbol. 

INDEPENDIENTE-RIVER PLATE 0-0: ARMANI VS CAMPAÑA, PARI E PATTA– Può uno 0-0 essere la gara più bella dei quarti di finale? Se c’è di mezzo il River Plate di Gallardo, squadra meno battuta dell’intera competizione, può. River Plate e Independiente non si risparmiano all’Estadio Libertadores de America: 4-2-3-1 con Silvio Romero-Pablo Hernandez-Meza alle spalle di Gigliotti per Holan, 4-4-2 con Quintero-Pity Martinez sulle ali e Borré-Pratto davanti per Gallardo. Ma soprattutto, ritmi altissimi e mai un respiro: parte forte l’Independiente, che centra anche una traversa con Meza e sbatte almeno tre volte su Armani in avvio, risponde il River Plate con un paio di tiri insidiosi e altrettanti miracoli di Martin Campaña. Ne esce una partita meravigliosa, che vede i due portieri esibirsi in continui miracoli per mantenere lo 0-0: entrambe le squadre cercano il gol e le occasioni fioccano, ma il risultato resta sullo 0-0, e non certo per l’imprecisione degli attaccanti. D’altronde, quando Armani fa parate così (vedi sotto) e l’uruguagio risponde a tono, è davvero difficile segnare. Tutto da rifare nel ritorno, che si giocherà in un Monumental infuocato: per il River questo è il secondo 0-0 esterno all’andata, e nel ritorno degli ottavi aveva distrutto il Racing. Gallardo spera che i suoi si ripetano, e sogna la seconda Libertadores da tecnico dei Millonarios.

https://www.youtube.com/watch?v=XRs_duH3SSQ

BOCA JUNIORS-CRUZEIRO 2-0: ZARATE-PEREZ, BIS DEGLI XENEIZES– Il Cruzeiro era stato sin qui la grande rivelazione della Copa Libertadores 2018, ma cade nel primo confronto con una big, e il sogno di Mano Menezes, Thiago Neves e soci potrebbe anche concludersi qui. Schelotto conferma il 4-3-1-2 con Zarate alle spalle di Benedetto e Pavon, ma soprattutto schiera una mediana favolosa: Nandez, Barrios e Perez si completano fantasticamente, e formano un terzetto invidiato da tanti club europei. Il colombiano in particolare fa una partita mostruosa, con un salvataggio sulla linea e mille palloni recuperati, e quando succede così là davanti devono solo fare il loro dovere. E lo fanno benissimo: Zarate trova il terzo gol in altrettante gare di Copa Libertadores dopo uno splendido uno-due con Pablo Perez, e manda avanti il Boca al 34′, e nella ripresa arriva il bis: azione convulsa, Pablo Perez è al limite dell’area e impallina Fabio da fuori area. Il Cruzeiro era in dieci, e senza motivo apparente: un normale contrasto di gioco tra Dedé e Andrada, che si scontrano in aria, viene valutato dall’arbitro come un fallo volontario dopo aver visionato le immagini alla VAR, e scatta un rosso totalmente ingiusto per il difensore della Raposa. Sarebbe cambiato poco per il Cruzeiro, che ora dovrà tentare l’impresa in casa dopo il ko della Bombonera.

https://twitter.com/goal/status/1042762331179106304

COLO COLO-PALMEIRAS 0-2: IL VERDÃO PROSEGUE LA SUA SERIE ESTERNA– Il Palmeiras di Felipão Scolari non si ferma, e aggiunge un altro tassello a una serie che lo vede imbattuto (e vincente) in ogni gara disputata in trasferta nella Copa Libertadores 2018. Crolla anche il Colo Colo del Mago Valdivia, e lo fa praticamente subito, nonostante la spinta dell’Estadio Monumental David Arellano: Bruno Henrique la sblocca al 2′ con un tiro preciso dall’interno dell’area. L’ex Palermo è sempre più un leader, così come lo è Dudu: il 2-0 porta proprio la firma del numero 7, che trova un gol in tap-in dopo che Orion aveva salvato sulla conclusione di un compagno: 2-0 al 78′, il Colo Colo non reagisce e finisce anche in dieci per il rosso a Damian Perez nel finale. Sarà molto difficile rimontare nel match di ritorno.

COPA LIBERTADORES, LE DATE DELLE GARE DI RITORNO

Mercoledì 3 ottobre, h. 00.30: River Plate-Independiente (0-0)

Mercoledì 3 ottobre, h. 2.45: Gremio-Atletico Tucuman (2-0)

Giovedì 4 ottobre, h. 2.45: Palmeiras-Colo Colo (2-0)

Venerdì 5 ottobre, h. 2.45: Cruzeiro-Boca Juniors (0-2)

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.