Copa Libertadores 2019

Dopo un mese e mezzo di turni preliminari, finalmente conosciamo tutte le squadre che comporranno i gironi della Copa Libertadores 2019: nella notte si sono conclusi i playoff decisivi per la qualificazione alla nuova edizione del torneo più sentito del Sudamerica, e non sono mancate le eliminazioni a sorpresa. Salutano all’ultimo atto il Talleres e l’Atletico Nacional, eliminati rispettivamente da Palestino e Libertad: i colombiani, insieme al Caracas (out col Melgar), verranno ripescati in Copa Sudamericana, entrando in scena nel 2° turno. Oltre alle già citate Palestino, Libertad e Melgar, accede ai gironi anche l’Atletico Mineiro: intanto, in Copa Sudamericana abbiamo i primi verdetti e qualche eliminazione eccellente. Andiamo ad analizzare tutto nel dettaglio.

COPA LIBERTADORES 2019: MELGAR, PALESTINO, ATLETICO MINEIRO E LIBERTAD VOLANO AI GIRONI

L’eliminazione più bruciante, nel turno che dà l’accesso ai playoff, è quella del Talleres. Gli argentini erano favoriti nel duello contro il Palestino degli ex Serie A, trascinato sul terreno di gioco da un rinato Luis Jimenez e dalla sua numero dieci, ma si sono incartati già a partire dalla sfida d’andata: 2-2 in casa per il Talleres, che dunque era sostanzialmente costretto a vincere in Cile. La gara si era messa bene per il club allenato da Vojvoda, che era andato in vantaggio con la rete segnata da un efficace Dayro Moreno e sembrava in pieno controllo: mai sottovalutare una squadra cilena, e il Palestino non era certamente ”morto” dopo la rete subita. La spinta del pubblico del San Carlos de Apoquindo, stadio ”prestato” dall’Universidad Catolica, ha caricato gli Arabes, trascinati da due ex Serie A: il pareggio è arrivato con la rete di Luis Jimenez al 71′, e qui il Palestino era già sostanzialmente qualificato. Al 91′, poi, ecco l’apoteosi con la rete del 2-1 di Jorquera, altro ex Serie A (Genoa e Parma): prima di approdare qui, era reduce da 400 giorni senza calcio e aveva pensato al ritiro. Palestino nel girone con River Plate, Internacional e Alianza Lima, Talleres che vince il premio sportività: gli argentini hanno lasciato lo spogliatoio pulito e splendente, con una bottiglia di vino e la scritta ”Que el futbol una las fronteras”. Un buon modo di prendere un’eliminazione inattesa.

Eliminazione anche per l’Atletico Nacional, che esce dopo aver giocato una gran partita: all’andata il Libertad aveva vinto con la rete di Tacuara Cardozo, al ritorno Lucumì rimette tutto in parità. I Verdolagas dominano, tenendo il 77% di possesso palla e dominando in fase offensiva, con numerose occasioni di Ceppellini (ex Cagliari, che chiede anche un rigore) e un palo di Heliberton Palacios: non basta, perchè i paraguaiani si difendono bene e ai rigori sbaglia Bocanegra. 5-4 e Libertad che avanza, unendosi a Gremio, Universidad Catolica e Rosario Central nell’infernale gruppo H. Lo faranno con una rosa di assoluta qualità. Avanzano ai playoff anche Melgar e Atletico Mineiro: i peruviani blindano la qualificazione all’89’ grazie alla rete di Cuesta, vanificando il tentativo di rimonta del Caracas, che vince ”solo” 2-1 dopo aver perso 2-0 all’andata. Il Galo invece difende il 2-0 ottenuto nella trasferta di Montevideo contro il Defensor, pareggiando 0-0 e accedendo ai gironi. Melgar nel gruppo F (Palmeiras, San Lorenzo, Junior), Atletico Mineiro nel gruppo E (Nacional, Cerro Porteno e Zamora): ”declassate” in Copa Sudamericana come miglior perdenti Atletico Nacional e Caracas. Di seguito il quadro completo dei gironi.

 

COPA SUDAMERICANA, 1° TURNO: QUANTE ELIMINAZIONI ECCELLENTI NELLE PRIME GARE!

Nella notte si è conclusa anche la prima tornata di gare della Copa Sudamericana: nove match hanno avuto il loro esito, mentre per conoscere la qualificata nella sfida tra Fluminense e Antofagasta (0-0 all’andata) dovremo aspettare il 27 marzo, e presto inizierà una nuova tornata di gare (andata tra marzo e aprile, ritorno tra aprile e maggio). Fioccano le eliminazioni eccellenti, e la più ”dolorosa” è quella del Santos, che va out contro il modesto River Plate Montevideo: delusione per Jorge Sampaoli, che non poteva contare su Rodrygo e Bryan Ruiz, e al ritorno schiera una sorta di 3-4-3 con Sanchez e Copete sulle fasce, Alison-Diego Cristiano in mezzo e un tridente ”leggero” con Jean mota e Soteldo ai lati di Derlis Gonzalez. Dopo lo 0-0 in Uruguay, arriva la beffa: il River uruguayo va avanti con Mauro da Luz, Soteldo pareggia all’87’, ma è troppo tardi per evitare la figuraccia, arrivata con l’80% di possesso palla. River Plate Montevideo avanti per i gol in trasferta, Santos fuori da tutto: out anche il Racing, che esce ai rigori dopo un doppio 1-1 contro il Corinthians. Gli argentini hanno lo stesso destino della squadra con cui lottano per vincere la Superliga Argentina: il Defensa y Justicia aveva perso 1-0 all’andata contro il Botafogo, e viene asfaltato al ritorno, perdendo 3-0 in casa e nonostante il 77% di possesso palla. Beccacece aveva fatto turnover in vista del match di campionato contro il Boca Jrs e lo paga: trionfo del Botafogo (anche se l’Halcon ha fatto ricorso per lo scandalo delle ”malas inclusiones”), trascinato da un sontuoso Erik, tornato ai livelli della sua primissima esplosione nel Goias e capocannoniere del torneo con 3 gol e una doppietta in questo match.

Due argentine out dunque, ma non va meglio alle brasiliane: il Bahia esce subito contro il Liverpool Montevideo, che riesce a pareggiare in casa (0-0) dopo la vittoria esterna dell’andata (1-0). Out anche la Chapecoense di Claudinei Oliveira, che dopo aver pareggiato 0-0 in Cile contro l’Union La Calera degli argentini (Batalla, Larrondo, Bou e Thomas Rodriguez in rosa), viene eliminata dai gol in trasferta: la Chape domina (68% di possesso) e segna con Everaldo, ma è decisivo il gol dell’1-1 di Walter Bou, che qualifica i deb dell’Union La Calera. Risultati a sorpresa e tanti gol negli altri match: il Deportivo Santanì (Paraguay) elimina l’Once Caldas vincendo 2-0 in trasferta (1-1 all’andata), i boliviani del Royal Pari battono ai rigori il Monagas dopo un doppio 2-1: qualificazione anche per gli ecuadoriani del Macarà, che blindano l’accesso al 2° turno vincendo 3-0 in Bolivia contro il Guabirà (tripletta di Estrada). La stagione del calcio sudamericano non si ferma: settimana prossima inizierà la fase a gironi della Copa Libertadores, e a partire da domani vi presenteremo due gironi al giorno.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.