Boca Juniors

Si conclude con quattro match la fase a gironi della Copa Libertadores 2019, che ci regala gli ultimi verdetti: prima la qualificazione di Olimpia e Godoy Cruz nel gruppo C, poi il primo posto del Boca Juniors nel gruppo G grazie alla vittoria condita da svariate polemiche contro l’Athletico Paranaense. Godoy Cruz-Universidad de Concepcion, Olimpia-Sporting Cristal, Jorge Wilstermann-Tolima e Boca Juniors-Athletico PR le gare in programma, che vanno a definire in toto il quadro delle sedici qualificate agli ottavi e delle otto retrocesse in Copa Sudamericana. Lunedì 13 maggio il sorteggio della fase successiva, e potrebbero anche capitare dei derby: approdano agli ottavi sei brasiliane (Internacional, Cruzeiro, Flamengo, Palmeiras, Gremio, Athletico-PR), quattro argentine (Boca Juniors, River Plate, Godoy Cruz, San Lorenzo), tutte e tre le paraguaiane (Cerro, Olimpia, Libertad), due club ecuadoriani (LDU ed Emelec) e un’uruguaiana (Nacional). Andiamo a scoprire cos’è successo stanotte e a fare il punto su qualificate e/o eliminate.

GODOY CRUZ-UNIVERSIDAD DE CONCEPCION 1-0: GONZALEZ BLINDA LA QUALIFICAZIONE DEL TOMBA– Nel gruppo C poteva succedere di tutto, con un distacco di soli tre punti tra la prima e l’ultima nel girone. In un attimo si poteva passare dalla qualificazione all’ultimo posto, ed è successo all’Universidad de Concepcion, che pure ha disputato una buonissima fase a gironi della Copa Libertadores: i ragazzi di Francisco Bozan vengono messi ko dalla sconfitta contro il Godoy Cruz, e chiudono ultimi nel girone con soli 6 punti. Lo fanno per demeriti propri, con dei cali di tensione/personalità importanti nelle gare decisive, e per un’ultima sfida decisamente sottotono e senza neppure tirare in porta. Il Godoy Cruz, che dopo tre pareggi nel girone d’andata ha vinto le gare decisive per la qualificazione, ottiene meritamente l’accesso agli ottavi, in quella che è la seconda qualificazione alla fase a eliminazione diretta per Lucas Bernardi: due anni fa venne esonerato dopo l’andata degli ottavi nonostante una sontuosa fase a gironi, quest’anno invece è stato il fautore della qualificazione del Tomba e si prenderà la sua rivincita. Contro la U de Conce, è decisiva la rete di Gonzalez, che insacca in tap-in al 24′. I cileni non reagiscono, e c’è spazio anche per una maxi-rissa nel finale: ne fanno le spese Henriquez e Patricio Rubio, che vengono espulsi dopo tre minuti di gazzarra e reciproca caccia all’uomo. Un brutto spettacolo, che ”depotenzia” la festa del Godoy Cruz per l’accesso agli ottavi.

OLIMPIA-SPORTING CRISTAL 0-1: PALACIOS NON BASTA– Lo Sporting Cristal sapeva di dover vincere per poter sognare la qualificazione agli ottavi, ma non parte bene: è l’Olimpia a sfiorare la rete con Roque Santa Cruz, che centra il palo con un grande colpo di testa. Sono però i peruviani a giocare meglio nel complesso, e al 45′ arriva anche la meritata rete: rasoterra di Cristian Palacios all’angolino e vantaggio ospite. Lo Sporting Cristal resiste agli attacchi dell’Olimpia, e sciupa il possibile pareggio con Christofer Gonzales, che sbaglia a portiere battuto e da due passi. I peruviani vincono ugualmente, ma il loro è un successo amaro: la contemporanea vittoria del Godoy Cruz li condanna al terzo posto e alla Copa Sudamericana.

JORGE WILSTERMANN-TOLIMA 0-2: VITTORIA E COPA SUDAMERICANA PER I COLOMBIANI– Il Tolima era praticamente già out dagli ottavi, ma i colombiani avevano bisogno di vincere per blindare l’accesso alla Copa Sudamericana, dove potranno fare una buona campagna, con la loro organizzazione di gioco. Dovevano farlo ai 2.700m di Cochabamba, casa del Jorge Wilstermann, e ci sono puntualmente riusciti, resistendo all’arrembante avvio dei boliviani e colpendo in contropiede: il vantaggio sull’Aviador arriva al 18′, e porta la firma del ”solito” Marco Perez, massimo goleador del Tolima. Nella ripresa i colombiani gestiscono e colpiscono a metà tempo: Alex Castro prende palla a centrocampo, slalomeggia tra gli avversari, salta il portiere e insacca a porta vuota una rete d’autore. 2-0 Tolima, e terzo posto blindato.

BOCA JUNIORS-ATHLETICO PARANAENSE 2-1: RIMONTA, 1° POSTO E POLEMICHE ALLA BOMBONERA– Il Boca Juniors era stato letteralmente spazzato via nel precedente confronto con l’Athletico Paranaense: 3-0 e peggior prestazione in assoluto degli xeneizes con Gustavo Alfaro. La sfida della Bombonera dunque serviva per ”lavare” quell’onta, e conquistare quella qualificazione agli ottavi che di fatto gli xeneizes avevano già in tasca nonostante una fase a gironi sottotono: classico 4-1-4-1 per l’Athletico-PR, con Wellington, Leo Cittadini e Lucho Gonzalez a comporre il ”triangolo” centrale e Marco Ruben centravanti, deroga al 4-4-2 per gli xeneizes, con un 4-3-3 che vedeva in attacco Villa-Benedetto-Zarate. È proprio il Boca Juniors la squadra che aggredisce il match in avvio, sfiorando la rete con Mauro Zarate, che vede il suo tiro stoppato da Santos: occasioni anche per Benedetto e Lisandro Lopez, mentre Nikão risponde per i brasiliani. Per vedere il primo gol, bisogna aspettare il 66′: ottima azione dell’Athletico-PR, la difesa del Boca va per lucciole e Andrada effettua una pessima uscita, lasciando di fatto lo spazio per il gol a porta vuota di Marco Ruben, che insacca la quarta rete in due match contro gli argentini con un colpo di testa in tuffo. Marco Ruben sale a quota 6 ed è capocannoniere della Libertadores con Ricardo Oliveira, ma la sua rete non basta per vincere: Lisandro Lopez pareggia per il Boca con una zampata da centravanti, e Carlitos Tevez fulmina Santos con un tiro da fuori area al 95′. Il Boca Juniors vince 2-1 ed è primo, e l’Athletico-PR insorge, con Tiago Nunes e Marco Ruben che rivolgono pesanti accuse all’arbitro, che non ha concesso un netto rigore per mani di Buffarini: ”Alla Bombonera non si può vincere senza VAR”, il loro pensiero. Un pensiero che ha scatenato un autentico putiferio.

LE CLASSIFICHE DEI GIRONI

GRUPPO A: Internacional 14, River Plate 10, Palestino 7, Alianza Lima 1.

GRUPPO B: Cruzeiro 15, Emelec 9, Deportivo Lara 5, Huracan 4.

GRUPPO C: Olimpia 9, Godoy Cruz 9, Sporting Cristal 7, Universidad de Concepcion 6.

GRUPPO D: Flamengo 10 (+6), LDU Quito 10 (+4), Peñarol (+2), San José 4.

GRUPPO E: Cerro Porteño 13, Nacional 13, Atletico-MG 6, Zamora 3.

GRUPPO F: Palmeiras 15, San Lorenzo 10, Melgar 7, Junior 3.

GRUPPO G: Boca Juniors 11, Athletico-PR 9, Tolima 8, Jorge Wilstermann 5,

GRUPPO H: Libertad 12, Gremio 10, Universidad Catolica 7, Rosario Central 5.

Agli ottavi come prime: Internacional, Cruzeiro, Olimpia, Flamengo, Cerro Porteño, Palmeiras, Boca Juniors, Libertad.

Agli ottavi come seconde: River Plate, Emelec, Godoy Cruz, LDU Quito, Nacional, San Lorenzo, Athletico Paranaense, Godoy Cruz.

In Copa Sudamericana (terze): Palestino, Deportivo Lara, Sporting Cristal, Peñarol, Atletico Mineiro, Melgar, Tolima, Universidad Catolica.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.