Copa America 2019

Dopo aver definito le qualificate del gruppo A, col Brasile primo davanti al Venezuela e il tracollo di un Perù che ora deve sperare nel terzo posto, la Copa America 2019 vive l’ultima giornata del girone B. L’Argentina verrà eliminata se non batterà il Qatar in una gara ad altissima tensione, mentre la Colombia dovrebbe fare ampio turnover contro il Paraguay, dato che è già sicuramente prima nel gruppo. Andiamo a scoprire cos’è successo nelle gare odierne.

QATAR-ARGENTINA: LAUTARO-KUN, L’ALBICELESTE VOLA AI QUARTIGloria o muerte. Vittoria o eliminazione. L’Argentina deve giocarsi il tutto per tutto contro il Qatar, e Lionel Scaloni gioca con un offensivo 4-3-1-2: Armani in porta; Saravia, Foyth, Otamendi e Tagliafico dietro; De Paul mezzala insieme a Paredes e Lo Celso; Messi a supporto di Lautaro Martinez e Aguero. Scaloni sceglie dunque il modulo che gli ha consentito di pareggiare col Paraguay, mentre Felix Sanchez conferma il 5-3-2 del suo Qatar, che deve fare a meno di due giocatori chiave come Madibo e Abdelkarim Hassan (mancheranno moltissimo): Al Sheeb; Pedro Miguel ”Rò-Rò”, Al Rawi, Khoukhi, Tarek Salman, Boudiaf; Al Heydos, Al Hajri, Hatem; Akram Afif, Almoez Ali. Il match parte subito col botto, e con un clamoroso errore di Al Rawi, difensore dagli ottimi piedi: il #15 sbaglia completamente il lancio al 3′, servendo Lautaro Martinez che raccoglie e batte tranquillamente Al Sheeb. L’Argentina pressa e sfiora nuovamente la rete, ma poi il Qatar alza il baricentro e inizia a rendersi pericoloso: occasione per Al Heydos, e grande riflesso di Armani che salva l’Albiceleste. La Seleccion non gioca bene (anzi), ma De Paul fa un grande lavoro e Aguero si trova in condizione di raddoppiare: erroraccio del Kun, che sbaglia un gol agevole. Occasione anche per Almoez Ali, e nel finale fioccano le chances da gol: Lautaro costringe Al Sheeb a una bella parata sul suo colpo di testa, Al Heydos impegna Armani e Al Rawi centra un clamoroso palo al 45′. Il Qatar ci crede, e aggredisce l’Argentina anche nella ripresa: conclusione di Hatem, para a terra Armani. Scaloni prova a rivitalizzare i suoi inserendo Acuna per Lo Celso e ”abbassando” l’Argentina, che gioca in contropiede. Almoez Ali rischia il rosso per un fallo di reazione, poi Aguero ha due occasioni, ma viene fermato in entrambe le occasioni dall’ottimo Al Sheeb.

All’Arena do Gremio il Qatar si difende bene e mette in difficoltà un’Argentina ancora in rodaggio e con Messi mai in partita: Akram Afif ha un’occasione, ma la spreca malamente. Entra Dybala per Lautaro, mentre il Qatar toglie un difensore per inserisce Al-Ahrak e passare al 4-2-3-1: la mossa toglie un difensore nella zona centrale, e proprio lì arriva il raddoppio dell’Argentina all’82’. Azione smarcante di Paulo Dybala, che aziona Aguero: il Kun salta due uomini, si infila in mezzo alla difesa e fulmina Al-Sheeb con un rasoterra preciso. Il Qatar si spegne e perde Pedro Miguel per infortunio, l’Argentina difende il risultato e festeggia: vincendo passa ai quarti da seconda, e affronterà l’ottimo Venezuela di Dudamel. Lacrime per il Qatar, che chiude mestamente ultimo dopo un grande girone: ha rimontato una gara compromessa col Paraguay, giocato un gran match difensivo con la Colombia e messo in difficoltà Leo Messi e compagni, dando un segnale in vista del Mondiale casalingo del 2022. La Nazionale qatariota c’è, e può solo crescere.

COLOMBIA-PARAGUAY 1-0: I CAFETEROS NON FANNO SCONTI– La Colombia cambia tantissimo rispetto alle scorse sfide, con la bellezza di 10/11 differenti rispetto alla scorsa partita. Resta il solo Cuadrado, che gioca in attacco nel 4-2-3-1 disegnato da Carlos Queiroz: Montero in porta; Arias, Zapata, Lucumì, Borja in difesa; Cuellar e Lerma in mezzo; Cuadrado, Cardona e Luis Diaz alle spalle di Radamel Falcao. Il Paraguay invece risponde con un offensivo 4-2-3-1 e col ritorno di Tacuara Cardozo nella formazione titolare: Gatito Fernandez tra i pali; Piris, Gustavo Gomez, Junior Alonso, Arzamendia dietro; R. Rojas e Sanchez in mediana; Derlis Gonzalez, Almiron e M. Rojas alle spalle di Cardozo. Chi si aspetta una Colombia arrendevole, che pensa solo ad eliminare l’Argentina facendo vincere il Paraguay, deve però ricredersi dopo pochi minuti. L’inizio sorride all’Albirroja, che sfiora due volte il gol: Derlis Gonzalez sbaglia da posizione ravvicinata, calciando addosso a Montero, mentre all’8′ Miguel Almiron calcia alto di poco. Manovra avvolgente della Colombia, e grandi duelli a centrocampo, coi Cafeteros che salgono di tono col passare dei minuti: al 28′ ecco la prima occasione per i leader del gruppo B, con una rovesciata di Falcao alta di poco. Al 31′, esplode l’Arena Fonte Nova, piena di tifosi colombiani: Arias serve Gustavo Cuellar, che trafigge Gatito Fernandez da una posizione defilata. 1-0 Colombia.

Il Paraguay non reagisce, e il primo tempo si conclude col vantaggio colombiano: Berizzo inserisce subito Cecilio Dominguez al posto di Matias Rojas, mentre Queiroz si gioca James per abbassare i ritmi e portare a casa la vittoria. Gatito Fernandez è bravo a proteggere il Paraguay, evitando la rete di Cardona, e la Colombia pressa: James Rodriguez sfiora la rete, poi al 62′ tocca a Cristian Zapata (vicinissimo al Genoa) impegnare il portiere. Entra anche Iturbe, il Paraguay alza il baricentro e Derlis Gonzalez va vicino al pareggio. Al 70′, raddoppio Colombia: assist d’esterno di James per Luis Diaz, che calcia a botta sicura e segna. Dopo quattro minuti di revisione VAR, la rete viene però annullata e si resta sull’1-0. Nel finale ha un’occasione Duvan Zapata, che spara alto, e al 90′ rigore per la Colombia: Gustavo Gomez commette fallo su Diaz, ma la VAR strozza in gola la gioia dei Cafeteros e annulla anche questo rigore. Dopo otto minuti di recupero, finisce 1-0 per la Colombia: 3 su 3 per i ragazzi di Queiroz, che sfideranno nei quarti quella che finirà seconda tra Uruguay e Cile. Per il Paraguay, il rischio-eliminazione è concreto: l’Albirroja passerebbe tra le migliori terze (col Perù, già qualificato) solo col pareggio tra Ecuador e Giappone nella gara conclusiva del gruppo C.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.