Dopo esserci gustati il martedì di Champions League, gli ottavi di finale proseguono con le ultime due gare di andata: la trasferta in Ucraina della Roma sul campo dello Shakhtar e lo scontro tra il Siviglia e il Manchester United.


Shakhtar Donetsk – ROMA

Doppia sfida sulla carta abbordabile per la Roma che è la favorita per conquistare la qualificazione ai quarti di finale. Certo non sarà semplice giocare nel freddo di Kharkiv (potrebbero esserci anche 8 gradi sotto zero) e gli ucraini hanno già eliminato il Napoli dal loro girone, vincendo proprio in Ucraina contro la squadra di Sarri. La Roma però è in grande forma e deve approfittare al meglio di questo sorteggio sulla carta benevolo per accedere al turno successivo.

Lo Shakhtar è fermo da circa due mesi e ha rincominciato il campionato ucraino solo venerdì scorso: spesso, infatti, questa squadra disputa un ottimo girone europeo sulle ali dell’entusiasmo di una preparazione anticipata, mentre poi fatica sempre un po’ alla ripresa della Champions a febbraio. Il tecnico Fonseca può sempre contare su un folta schiera di brasiliani: sulla trequarti dovrebbe schierare, infatti, il trio verdeoro Bernard, Taison e Marlos; mentre il centravanti è il bomber argentino Facundo Ferreyra. Nell’ultimo match di campionato lo Shakhtar ha rifilato 5 goal al malcapitato Odessa e ha potuto far riposare il difensore Rakitskyi e i centrocampisti Petryak e Fred, tutti e tre squalificati ma che torneranno disponibili stasera.

La Roma ha sorpreso in questa campagna europea, vincendo il girone di Champions davanti a due corazzate come Chelsea e Atletico Madrid. Dopo un periodo negativo, la squadra di Di Francesco sembra aver anche ritrovato il bandolo della matassa e ha finalmente scoperto tutto il talento del giovane turco Under. Dopo il riposo con l’Udinese, Kolarov e Strootman torneranno titolari questa sera così come Perotti: Di Francesco potrà contare sulla sua miglior formazione, con l’unico dubbio legato alle condizioni di Florenzi alle prese con un problema intestinale.

Il lungo “letargo” degli ucraini può influire molto contro una Roma carica e pronta a mettere già in cassaforte la qualificazione. Se guardiamo all’Europa League possiamo notare che nelle gare di andata ha vinto solo 1 delle 10 squadre reduci da un lungo riposto invernale. Lo Shakhtar è una squadra con molto talento, ma la Roma non è da meno: i giallorossi faranno affidamento su un super Alisson per mantenere la porta inviolata e andranno alla caccia di almeno 1 0 2 goal in questa lunga e ostica trasferta.

Probabili formazioni

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Kryvtsov, Rakitskyi, Ismaily; Stepanenko, Fred; Bernard, Taison, Marlos; Facundo Ferreyra

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Florenzi (Bruno Peres), Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi; Under, Nainggolan, Perotti, Dzeko

Siviglia – Manchester United

Sono veramente curioso di vedere questa sfida particolare tra due allenatori che hanno lavorato a Milano, ma su sponde opposte e con esiti decisamente diversi. Inoltre sarà molto interessante vedere anche l’approccio di Montella con la Champions League alla guida della sua nuova squadra.

Il Siviglia, infatti, durante il mercato invernale ha cambiato allenatore, prendendo Montella (appena esonerato dal Milan) per Berizzo; mentre per rinforzare la rosa ha acquistato l’attaccante Sandro Ramirez dall’Everton e ha ceduto Montoya e Krohn-Dehli. L’avventura spagnola di Montella è iniziata con molti bassi e pochi alti, ma ora gli andalusi sono reduci da tre vittorie consecutive, anche se tutte con scarti abbastanza risicati e contro squadre non irresistibili. L’anno scorso agli ottavi di Champions il Siviglia vinse in casa 2-1 contro il Leicester e provocò così l’esonero di Ranieri, ma al ritorno fu eliminato grazie al 2-0 conquistato dalle Foxes del nuovo tecnico Shakspeare.

Il Manchester United, durante il mercato di riparazione, ha strappato Alexis Sanchez ai cugini del City grazie allo scambio con Mkhitaryan. Sabato scorso i Red Devils hanno battuto l’Huddersfield negli ottavi di FA Cup grazie alla doppietta del bomber Lukaku e Mourinho è riuscito ad operare un massiccio turnover per tenere così a riposto diversi giocatori in vista della Champions. Lo United però non si ritrova in un ottimo momento di forma visto che ha perso le ultime due trasferte contro Newcastle e Tottenham senza nemmeno segnare un goal.

Entrambe le squadre sono attese da un big match di campionato domenica prossima visto che dovranno ospitare Atletico Madrid e Chelsea. La trasferta al Sanchez Pizjuan è sempre molto ostica, ma ovviamente lo United è la squadra favorita per il passaggio del turno visto la grande tradizione europea del club e dello stesso Mourinho. Le due squadre potrebbero però essere distratte dai big match di campionato e potrebbero così non farsi troppo male, accontentandosi magari di un pareggio con goal e lasciando il verdetto aperto in vista della gara di ritorno.

Probabili formazioni

SIVIGLIA (4-2-3-1): Sergio Rico; Jesús Navas, Mercado, Lenglet, Escudero; N’Zonzi, G.Pizarro; Pablo Sarabia, F.Vázquez, J.Correa; Ben Yedder.

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): Romero; A.Valencia, Lindelöf, Smalling, A.Young; Pogba, Matić; Martial, Lingard, Alexis Sánchez; Romelu Lukaku.


Termina con Siviglia – Manchester United anche questo appuntamento con l’analisi delle partite degli ottavi di Champions League. L’appuntamento ora è fissato per martedì 6 e mercoledì 7 marzo con le prime gare di ritorno.

di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI