La scorsa settimana abbiamo scoperto i nomi delle prime quattro squadre qualificate ai quarti: Real Madrid, Liverpool, Juventus e Manchester City. Dopo questa nuova due giorni di Champions League il quadro sarà completo: si parte stasera con Roma – Shakhtar Donetsk e Manchester United – Siviglia.


ROMA – Shakhtar Donetsk

Missione difficile, ma non impossibile per la Roma che ha la ghiotta occasione di passare il turno ed entrare tra le otto migliori squadre d’Europa. All’andata i giallorossi sembravano aver messo in cassaforte la qualificazione con il gol di Under, ma lo Shakhtar è riuscito a ribaltare completamente il risultato con le reti di Ferreyra e Fred che permettono agli ucraini di partire leggermente favoriti in questa gara di ritorno.

La Roma, dopo le sconfitte con lo Shakhtar all’andata e  con il Milan in campionato, sembra essersi lasciata definitivamente alle spalle la mini crisi grazie alle importanti e belle vittorie al San Paolo di Napoli (2-4) e poi in casa contro il Torino (3-0). Per questo match il tecnico Di Francesco recupera Fazio, Dzeko e Perotti che torneranno tutti titolari e così i giallorossi si schiereranno in campo con la loro formazione migliore. Inoltre la Roma può contare su un Nainggolan completamente ritrovato: il Ninja sembra in gran forma e arriva dalle grandi prestazioni con Napoli e Torino, in cui ha servito ben 3 assist.

Si pensava che lo Shakhtar, nella gara di andata, avrebbe potuto accusare una leggera stanchezza visto che arrivava dalla lunga pausa invernale, ma così non è stato… Anzi gli ucraini hanno trovato ancora più energie nel secondo tempo per ribaltare il risultato. Da quel match la squadra di Fonseca ha poi collezionato solo vittorie, segnando ben 11 reti senza subirne: 5-0 contro lo Zirka, 3-0 con il Karpaty e ancora 3-0 contro il Vorskla. Tra le fila dello Shakhtar mancherà ovviamente Darijo Srna, sospeso dall’attività, e il difensore Krivtsov, uscito infortunato all’andata ma sostituto egregiamente da Ordets.

I giocatori della Roma, pur non avendo la stessa esperienza internazionale della formazione avversaria, sono qualitativamente superiori agli ucraini. Lo Shakhtar parte con il vantaggio del 2-1 dell’andata e avrà a disposizione due risultati su tre, ma i giallorossi hanno tutte le carte in regola per vincere questo match e strappare il pass per la qualificazione.

Probabili Formazioni

ROMA (4-2-3-1): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi; Under, Nainggolan, Perotti; Dzeko

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitskiy, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra

Manchester United – Siviglia

Una delle ultime sfide aperte a qualsiasi risultato è proprio quella tra Manchester United e Siviglia: lo 0-0 dell’andata, infatti, lascia buone possibilità di qualificazione ad entrambe le squadre, allenate da due tecnici che sono passati dalle due sponde di Milano ma con esiti completamente opposti. Mourinho, infatti, ha impresso il suo nome tra i grandi dell’Inter con la vittoria del triplete; mentre Montella – nonostante la conquista di una Supercoppa italiana – è praticamente stato già dimenticato dai tifosi milanisti che ora si godono l’ottimo lavoro di Gattuso.

Gran momento per lo United di Mourinho che ha collezione tre importanti vittorie dopo il pareggio dell’andata in Spagna: Lukaku e compagni hanno superato 2-1 il Chelsea, hanno rimontato due gol di scarto al Crystal Palace con una prodezza finale di Matic e infine, sabato, hanno superato 2-1 il Liverpool nello scontro per il secondo posto in Premier. Se il tecnico Mourinho può sorridere guardando alla forma dei suoi, non lo può fare mettendo piede in infermeria: sono numerosi, infatti, i giocatori indisponibili tra le fila dei Red Devils a partire dal veterano Ibrahimovic, passando per i difensori Jones e Blind fino ad arrivare al francese Martial. Non sono al massimo delle forma nemmeno Herrera, Pogba e Fellaini che potrebbero partire dalla panchina.

Forse ultima chiamata per Montella sulla panchina del Siviglia: dopo il buon risultato dell’andata, gli spagnoli hanno conquistato due vittorie con Malaga e Bilbao, ma anche due pesanti sconfitte negli scontri diretti con Atletico Madrid e con il Valencia sabato scorso. Questi risultati danno perfettamente l’idea della squadra di Montella che non riesce ad essere costante, ma risulta molto altalenante e spesso legata alle prodezze dei suoi giocatori migliori. Per questa trasferta inglese il tecnico italiano potrà però contare sulla sua formazione migliore visto che dovrà rinunciare esclusivamente a Jesus Navas.

Un ruolo fondamentale lo giocherà sicuramente il caloroso tifo dell’Old Trafford, capace di diventare il dodicesimo uomo in campo. Ovviamente ci si aspetta una gara equilibrata visto anche il risultato dell’andata e la voglia del Siviglia di continuare a far bene in Champions, ormai ultimo obiettivo stagionale degli spagnoli. Se i Red Devils dovessero però confermare i progressi delle ultime settimane, con ogni probabilità non ci sarà partita…

Probabili Formazioni

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Valencia, Smalling, Lindelof, Young; McTominay, Matic; Mata, Sanchez, Rashford; Lukaku

SIVIGLIA (4-2-3-1):  Rico; Layun, Mercado, Lenglet, Escudero; Nzonzi, Banega; Sarabia, Vazquez, Correa; Muriel


Appuntamento fissato a domani con il mercoledì di Champions e le ultime due gare di ritorno degli ottavi di finale.

di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI