Dopo circa venti giorni di pausa, ritorna l’appuntamento con la Champions League. Questa sera scendono in campo i gruppi E, F, G e H per la quinta giornata che potrebbe regalare anche qualche verdetto ufficiale: alle 18 apriranno le danze il Porto in casa dei turchi del Besiktas e lo Spartak Mosca che ospita il Maribor; mentre il fischio d’inizio di tutti gli altri match sarà alle 20:45. In campo anche il Napoli, che aspetta lo Shakhtar Donetsk per tener viva la speranza di qualificarsi agli ottavi.


Gruppo E

Spartak Mosca – Maribor (ore 18)

I russi devono assolutamente vincere questa partita per tenere ancora viva la speranza di qualificazione agli ottavi. Il Maribor, invece, è praticamente già eliminato e anche vincendo a Mosca,  per andare in Europa League, dovrebbe poi conquistare almeno un punto con il Siviglia nell’ultimo match e sperare che lo Spartak perda a Liverpool.
Le temperature in Russia sono già polari, ma la squadra di Carrera è abituata a giocare con questo clima e soprattutto il tecnico italiano può contare sul suo ottimo tridente, formato da Promes, Ze Luis e l’ex Milan Luiz Adriano. Il Maribor arriva dalla vittoria nel big match del campionato sloveno (1-0 contro l’Olimpija Ljubljana) e probabilmente sarà stanco in questa trasferta di Champions. Vittoria ai padroni di casa, ancora in corsa per la qualificazione!

Siviglia – Liverpool

L’ultimo turno del gruppo sarà favorevole ad entrambe le squadre visto che il Liverpool ospiterà lo Spartak, mentre il Siviglia farà visita al fanalino di coda Maribor. Nel match d’andata gli spagnoli strapparono un punto ad Anfield e in casa sono una vera e propria macchina da guerra. Il Liverpool è in un momento straordinario visto che arriva da 4 vittorie consecutive con 13 goal fatti e solo 1 subito. Questo match resta un vero e proprio rebus: chi vince andrà dritto agli ottavi, ma entrambe potrebbero accontentarsi di un pareggio per giocarsi poi la qualificazione e il primo posto nell’ultimo turno.


Gruppo F

NAPOLI – Shakhtar Donetsk

Il Napoli quest’anno si sta concentrando prevalentemente sul campionato e ha una rosa abbastanza limitata per competere su due fronti come Serie A e Champions. Per di più si sono aggiunti anche i gravi infortuni agli importanti Milik e Ghoulam che hanno tolto qualche soluzione in più a Sarri, soprattutto in attacco dove gioca sempre lo stesso tridente (Insigne, Mertens, Callejon).
Nel weekend il Napoli ha sconfitto il Milan, approfittando anche del passo falso della Juventus contro la Sampdoria, mentre lo Shakhtar ha perso 1-2 in casa contro l’Oleksandriya, che era penultimo nel campionato ucraino. La squadra di Sarri dovrebbe vincere questo match (ribaltando il 2-1 dell’andata) e l’ultimo a Rotterdam contro il Feyenoord, sperando poi che il City espugni anche Kharkiv nell’ultimo turno. Tutto ciò potrebbe anche essere possibile, ma bisogna sicuramente vedere quanta voglia avrà il Napoli di proseguire il cammino in una competizione come la Champions che sottrae tante energie al campionato. Questa sera quindi vedremo sicuramente un partita combattuta, con almeno un goal per parte e non escludo un pareggio, anche se alla fine la vittoria potrebbe andare al Napoli per vendicare il ko della prima giornata.

Manchester City – Feyenoord

Sono ben 12 i punti di differenza tra il City ed il Feyenoord in questo girone di Champions. La squadra di Guardiola è già qualificata agli ottavi, ha vinto tutti e 4 i match disputati e con un successo e la “non vittoria” dello Shakhtar a Napoli si garantirebbe anche il primo posto. Quest’anno il City del Pep mi piace molto: Guardiola, grazie al mercato estivo e ad un anno d’esperienza in Inghilterra, sembra aver trovato la completa quadratura del cerchio. Infatti i Citizens stanno dominando il girone di Champions e in Premier hanno già 8 punti di vantaggio sulla seconda in classifica (i cugini dello United) dopo 12 giornate. Il Feyenoord, invece, non vince da 4 gare e subisce goal da ben 7 partite. Inoltre gli olandese sono già eliminati da questa Champions, ma in teoria possono ancora ambire all’Europa League, anche se questa missione resta praticamente impossibile. Davanti al pubblico di casa il City dovrebbe conquistare altri tre punti abbastanza agevolmente e magari il Feyenoord riuscirà a segnare almeno il goal della bandiera.


Gruppo G

Besiktas – Porto (ore 18)

Il Besiktas sta faticando più del previsto nella Super Liga, ma in questa Champions sta tenendo un cammino davvero impressionante. Nelle gara d’andata i turchi, infatti, hanno sbancato il Do Dragao con un netto 1-3 e ora gli basta un punto per accedere agli ottavi (forse neanche quello, in caso di vittoria o pareggio del Monaco contro il Lipsia).
La differenza in questo match la farà sicuramente il caldo tifo del Vodafone Park di Istanbul: il Besiktas difficilmente perde in casa, mentre i portoghesi in trasferta non sono sempre perfetti e infatti hanno perso 3-2 col Lipsia nell’ultima gara esterna in Europa. Preferisco quindi nettamente i turchi in questo match, anche se le due squadre potrebbero accontentarsi di un pareggio che farebbe comodo ad entrambi.

Monaco – Lipsia

In questo girone, soprattutto per il secondo e terzo posto, può succedere ancora di tutto. Il Monaco è partito male in questa Champions (1 punto nelle prime tre gare), ma nell’ultimo turno ha strappato un punto sull’ostico campo del Besiktas e ora potrebbe riaprire i discorsi qualificazione con una vittoria casalinga. Le due squadre sono reduci da un pareggio: i monegaschi hanno faticato sul campo della neopromossa Amiens (1-1), mentre i tedeschi hanno pareggiato 2-2 contro il Leverkusen. Inoltre il Monaco sarà atteso domenica dal big match con il PSG, ma questa sarà anche la quarta partita in 12 giorni per il trascinatore del Lipsia Forsberg. Si prospetta quindi una vera e propria battaglia tra queste due squadre a caccia della qualificazione, con almeno un goal per parte e i padroni di casa leggermente favoriti.


Gruppo H

Borussia Dortmund – Tottenham

Partita quasi del tutto inutile in questo girone della morte e penso che nessuno se lo sarebbe mai aspettato all’inizio di questa Champions. Il Tottenham si è rivelato una vera e propria macchina europea, conquistando 10 punti in quattro giornate e battendo anche il Real a Londra; mentre il Borussia è fermo a due punti in classifica e non è riuscito nemmeno a vincere una delle due sfide contro la cenerentola Apoel. Mi aspetto sicuramente una sfida avvincente, con almeno un goal per parte, ma vedo leggermente favorito il Dortmund che avrà sicuramente qualche motivazione in più per ottenere l’accesso all’Europa League. Il Tottenham, invece, è più tranquillo e potrebbe anche accontentarsi di un punto visto che nell’ultimo turno ospiterà in casa l’Apoel.

APOEL Nicosia – Real Madrid

Che fine ha fatto il vero Real Madrid? La squadra di Zidane ha racimolato una sola vittoria nelle ultime quattro gare ufficiali, pareggiando nell’ultimo turno il derby con l’Atletico e perdendo a Girona e a Londra contro il Tottenham. L’Apoel, nonostante gli stessi punti in classifica del Dortmund, sembra destinato a chiudere ultimo visto che dovrebbe strappare punti contro il Real o in casa del Tottenham! I ciprioti potrebbero anche essere distratti visto che venerdì hanno vinto il derby sul campo dell’Omonia (1-3 con doppietta di Zahid) e sabato prossimo giocheranno un’altra stracittadina di Nicosia. Vittoria alla favorita e anche con diversi goal di scarto: Cristiano Ronaldo vorrà riportare il sorriso al suo Real e assicurarsi la qualificazione agli ottavi.


Con il gruppo H si conclude questa puntata di analisi delle partite dei gironi di Champions League. L’appuntamento è ora fissato per domani con le gare del mercoledì!

di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI

Tutti i gironi della Champions 17/18, dal nostro partner Eurosport