Terzo turno di Champions League e terza tornata di appuntamenti con l’analisi delle partite della massima competizione europea: oggi analizzeremo insieme tutti i march del martedì di Champions. Alle 20:45 fischio d’inizio per i gironi E, F, G e H: in campo anche il Napoli di Maurizio Sarri, che sarà impegnato all’Etihad Stadium contro il City di Guardiola.


Gruppo E

Spartak Mosca – Siviglia

Le prime due gare in Champions dello Spartak sono state dai due volti: i campioni di Russia in carica hanno pareggiato 1-1 sul campo del Maribor, prendendo goal negli ultimi minuti e gettando al vento la vittoria, ma poi sono riusciti a fermare in casa il Liverpool sempre con il risultato di 1-1. Mister Carrera si affiderà ai suoi uomini migliori, ovvero Promes, Glushakov e le ex conoscenze italiane Luiz Adriano e Fernando.
Il Siviglia, nonostante il 2-2 ad Anfield contro il Liverpool, non mi convince ancora a pieno quando gioca lontano dal Sánchez-Pizjuán: nelle ultime due trasferte la squadra di Berizzo ha racimolato due sconfitte contro Atletico Madrid e Bilbao.
In Andalucía è ancora estate, mentre in Russia fa già freddo e il termometro – in particolare alla sera – si avvicina allo zero. Lo Spartak è imbattuto da nove gare ufficiali e potrebbe allungare questa striscia positiva anche contro il Siviglia grazie al fattore campo.

Maribor – Liverpool

Se guardiamo le quote di questa partita abbiamo la chiara risposta su come andrà a finire questo match: il Maribor ha fermato lo Spartak alla prima in casa, ma poi ha perso 3-0 sul campo del Siviglia. Il Liverpool di Klopp ha dominato il big match di sabato con lo United, ma non è riuscito a segnare nemmeno un goal a causa della solida difesa della squadra di Mourinho. Il Maribor però difficilmente riuscirà ad opporre la stessa difesa come ha fatto il Manchester United e il Liverpool andrà sicuramente per i tre punti in Slovenia, dopo due pareggi consecutivi in Champions. Chi fermerà Salah, Firmino e Coutinho?


Gruppo F

Manchester City – NAPOLI

Non so voi, ma io personalmente già dal sorteggio non vedevo l’ora di questa super sfida. All’Etihad Stadium si affrontano, infatti, due esteti del calcio che curano al meglio ogni fase di gioco e in particolare quella offensiva.
Entrambe le squadre sono in uno strepitoso stato di forma: il City è reduce da 9 vittorie di fila tra tutte le competizioni, mentre il Napoli da 6. La squadra di Guardiola ha rifilato ben 7 goal al malcapitato Stoke sabato ed ha allungato a più due in vetta alla classifica sui cugini dello United. De Bruyne, David Silva, Sterling e Gabriel Jesus possono risultare a tratti inarrestabili e inoltre Guardiola potrebbe schierare anche il rientrante Aguero.
Weekend positivo anche per il Napoli di Sarri che ha sbancato l’Olimpico di Roma, allungando a ben 5 punti il vantaggio sulla Juventus. Solo l’Inter (a meno due), dopo la vittoria nel derby, sta cercando di tenere il passo dei partenopei e proprio sabato prossimo ci sarà lo scontro diretto tra queste due squadre al San Paolo.
Guardiola e Sarri hanno estimatori in tutto il mondo per il loro bel gioco, ma sarà difficile per il Napoli fermare l’urto dell’attacco dei Citizens in Inghilterra. Inoltre Sarri potrebbe operare anche un minimo di turnover, come nelle due precedenti gare di Champions, in attesa del big match di campionato con l’Inter. Ci aspetta sicuramente un partita spettacolare, dove la faranno da padrone gli attacchi delle due squadre: il Napoli probabilmente riuscirà a segnare all’Etihad, ma sarà difficile fermare questo City.

Feyenoord – Shakhtar Donetsk

Lo Shakhtar, dopo la vittoria casalinga con il Napoli, è riuscito ad uscire con una sconfitta dignitosa (2-0) dall’Etihad Stadium di Manchester ed ora è sicuramente favorito per questo scontro a Rotterdam. Il Feyenoord, infatti, è più che mai in crisi: gli olandesi sono ultimi nel girone di Champions e hanno già 5 punti di ritardo dalla capolista PSV in campionato. La squadra di van Bronckhorst inoltre ha vinto una sola volta nelle ultime 4 gare ufficiali e non è andato oltre lo 0-0 nella partita casalinga contro il Pec Zwolle.
Lo Shakhtar può contare sulla solita prolifica colonia di brasiliani e sull’argentino Facundo Ferreyra, capocannoniere dei suoi con 8 reti. Gli ucraini sono i favoriti per la vittoria, anche se non sarà semplice sbancare il fortino del Feyenoord: occhio anche ad un possibile pareggio.


Gruppo G

Monaco – Besiktas

Strano testacoda al Luis II di Montecarlo: il Monaco è ultimo nel gruppo G dopo il pareggio a Lipsia e la sconfitta in casa contro il Porto, mentre il Besiktas ha racimolato già due vittorie con 5 goal fatti e solo uno subito.
Nell’ultimo turno di Ligue 1 la squadra del Principato ha perso all’ultimo secondo 3-2 a Lione, ma erano assenti Fabinho, Jovetic e in particolare Falcao. Tutti questi tre giocatori torneranno titolari questa sera per provare a ravvivare le speranze di passaggio del turno dei monegaschi.
Il Besiktas ha costruito una squadra molto solida e con un tasso tecnico veramente interessante: Babel, Quaresma, Lens, Talisca, Negredo e Tosun… il tecnico Gunes ha l’imbarazzo della scelta in attacco. Sulla carta, guardando alle due precedenti partite di Champions, i turchi sembrano i favoriti, ma il Besiktas ha perso tutte le 4 trasferte che ha giocato in Francia e inoltre il Monaco avrà sicuramente voglia di rivalsa davanti al suo pubblico dopo un periodo così così.

Lipsia – Porto

Sfida da dentro o fuori anche per il Lipsia, in fondo alla classifica del girone insieme al Monaco con un solo punto conquistato. In caso di un ko casalingo, l’avventura europea della cenerentola tedesca potrebbe già essere all’epilogo.
La squadra di casa però proverà in tutti i modi a strappare punti contro il Porto, cavalcando l’onda del momento positivo di due vittorie consecutive in campionato, tra cui il rocambolesco 3-2 a Dortmund.
Il Porto è partito male in Champions, perdendo 1-3 in casa contro il Besiktas ma poi si è riscattato con il 3-0 rifilato a domicilio al Monaco. Il vice-capocannoniere Marega rischia di saltare questa trasferta, ma il bomber Aboubakar è in ottima forma e arriva da una doppietta nell’ultimo match di coppa portoghese.
Ultima chiamata per il Lipsia che potrebbe portare a casa un risultato positivo contro il Porto. I Dragoni però sembrano più a loro agio in trasferta e quindi i tedeschi non devono sottovalutare questo scontro.


Gruppo H

Apoel Nicosia – Borussia Dortmund

Scontro in fondo al gruppo H, dopo che entrambe le squadre hanno perso contro Tottenham e Real Madrid. L’Apoel deve ancora sbloccarsi in questa Champions ed ha perso entrambi i match per 3-0, mentre il Dortmund per 3-1. Questa doppia sfida dunque sembra già configurarsi come uno spareggio per il terzo posto che garantirebbe l’accesso all’Europa League. Il Borussia è chiaramente la squadra favorita per la vittoria, ma ha perso il suo primo match in campionato sabato scorso, facendosi rimontare dal Lipsia.
L’aria della Champions e di Cipro potrebbe far bene ad Aubameyang e compagni che dovranno vincere entrambe le sfide con l’Apoel per garantirsi almeno un posto in Europa League e provare a riaprire i discorsi qualificazione, approfittando dello scontro in vetta tra Real e Tottenham.

Real Madrid – Tottenham

Il Real di Zidane non mi ha mai convinto del tutto in questa stagione, in particolare in campionato. Nella Liga, infatti, i Blancos sono distanti 5 punti dal Barcellona e nell’ultimo match ci ha pensato il solito Ronaldo ha regalare la vittoria ai suoi all’85esimo.
Sulla carta il Real è sicuramente favorito in questa partita casalinga, ma è meglio non sottovalutare questo Tottenham: la squadra di Pochettino, infatti, non perde dalla sfida con il Chelsea del 20 agosto, è terza in Premier e prima nel girone di Champions. Inoltre la porta degli Spurs è rimasta blindata per ben 6 volte nelle ultime 8 gare, il bomber Kane ha segnato 13 goal nelle ultime 10 partite e il trequartista Eriksen trova la rete da tre match consecutivi (Nazionali incluse).
Sfida molto difficile dunque da pronosticare: il Real in Champions e in casa sembra trasformarsi, ma probabilmente mancherà l’ex di turno Bale. Il Tottenham proverà a portare a casa almeno un pareggio, prima di giocarsi il probabile primo posto nel girone in Inghilterra. Partita da goal e non escluderei quindi un bel pareggio.


Con il gruppo H si conclude questa puntata di analisi delle partite dei gironi di Champions League. L’appuntamento è ora fissato per domani con le gare del mercoledì!

di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI

Tutti i gironi della Champions 17/18, dal nostro partner Eurosport