Al momento dei sorteggi per gli ottavi di finale di Champions League, Manchester UTD – PSG sembrava una sfida senza storia. Il club inglese veniva da un periodo disastroso in campionato, fuori dalla corsa per il quarto posto e fuori dalla Coppa di Lega. Al contrario il PSG non aveva mai perso in campionato e si era qualificato, seppur con il brivido, al primo posto del girone di ferro con Liverpool e Napoli.

L’esonero di Mourinho e l’arrivo sulla panchina dei Red Devils di Ole Gunnar Solskjaer hanno però cambiato le carte in tavola: dall’insediamento del tecnico norvegese, il Manchester Utd non ha mai perso (10 vittorie ed un pareggio) ed è rientrato in piena corsa per il quarto posto, mentre i parigini hanno subito la prima sconfitta in campionato, sono usciti dalla Coppa di Lega e dovranno fare a meno di qualche pezzo pregiato.

COME ARRIVA IL MANCHESTER UTD

Se c’è una squadra che in questo momento in Europa nessun allenatore vorrebbe incontrare, questa è il Manchester Utd. Solskjaer è riuscito a dare un equilibrio al club inglese e in 11 partite sulla panchina dei Red Devils non ha mai perso. Con lui tutti i giocatori sono tornati ad essere protagonisti, anche coloro che con Mourinho lamentavano qualche mal di pancia. Esempio lampante è Paul Pogba: sotto la gestione dello Special One, il francese pareva svogliato, molte volte è finito in panchina e a settembre gli era stata pure tolta la fascia di capitano. Con il norvegese, invece, l’ex centrocampista della Juventus è tornato ad infiammare le tribune di Old Trafford, mettendo a segno 8 gol e 5 assist. Uomini chiave, oltre a Pogba, saranno Martial e Rashford, anche loro tornati a splendere sotto la gestione Solskjaer, che potrà contare quindi sull’11 tipo. A difendere la porta di De Gea ci saranno Young, Smalling, Lindelof e Shaw. Centrocampo a due composto da Herrera e Matic, con Lingard, Pogba e Martial che agiranno alle spalle di Rashford.

COME ARRIVA IL PSG

Senza Cavani, Neymar, Rabiot e Meunier, sarà un PSG totalmente trasformato quello che dovrà schierare Tuchel questa sera all’Old Trafford. In forte dubbio è anche la presenza di Verratti, che è rientrato da poco in gruppo dopo l’infortunio alla caviglia e ha giocato un’ora di gioco contro il Bordeaux dando segnali positivi. Vista l’emergenza dei parigini, difficilmente Tuchel farà a meno del centrocampista italiano. Ma a preoccupare per il match di stasera è la forma generale della squadra, che da gennaio è uscita in Coppa di Lega contro il Guingamp, ha subito la prima sconfitta in campionato e nell’ultimo incontro in Ligue 1 è stato salvato dal sempre verde Buffon. Buffon che difenderà la porta dei parigini anche nell’incontro di questa sera, mentre davanti a lui la difesa sarà composta da Kherer, Thiago Silva, Kimpembe e Bernat. Centrocampo a due con Marquinhos e Verratti, mentre alle spalle dell’unica punta Mbappé agiranno Dani Alves, Draxler e Di Maria.

CURIOSITÀ

Per la prima volta nella storia della Champions League, questa sera verrà utilizzato il VAR. Una curiosità in più in un match che, già di per sé, promette spettacolo. Appuntamento alle ore 21 su Sky Sport.

A cura di Gabriele Burini (@gabrieleburini)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI