La notte del grande ritorno del Barcellona a San Siro contro l’Inter è arrivata. Una sfida che evoca sicuramente dolci ricordi per i tifosi nerazzurri. I blaugrana tornano a San Siro 8 anni dopo quella sera magica per l’Inter, in cui l’allora formazione di Josè Mourinho vinse 3-1 contro il Barça, ipotecando la finale di Madrid 2010.
Oggi per l’Inter sarà una sfida di minor conto, ma pur sempre molto importante. Per Spalletti e i suoi ragazzi, la sfida casalinga di domani potrebbe già significare qualificazione agli ottavi. Una non vittoria del Tottenham e una vittoria casalinga dell’Inter proietterebbe la squadra milanese direttamente agli ottavi.

L’Inter arriva a questa sfida con l’onda positiva del periodo. La goleada contro il Genoa è stata la nona vittoria nelle ultime dieci partite, unica non vittoria proprio la sconfitta contro i catalani all’andata.
Il Barça invece arriva da un periodo molto positivo, la manita nel Clasico e la rimonta contro il Rayo Vallecano hanno messo in mostra tutto il potenziale dei catalani nonostante nelle ultime partite gli sia mancato il suo fuoriclasse e capitano Leo Messi.

INTER- Spalletti dopo il turnover di sabato pomeriggio contro il Genoa, tornerà a disporre la formazione classica o quasi, dato che il tecnico toscano ha lasciato qualche dubbio sulla possibilità di rivedere Nainggolan dal primo minuto. Difficile invece immaginare di non vedere in campo coloro che sono stati a riposo in campionato, primi tra tutti Vrsaljko e Asamoah, mentre al centro dovrebbero essere confermati Skriniar e De Vrij, ma non è da escludere l’utilizzo di Miranda. A centrocampo perno inamovibile Brozovic, affiancato da Vecino. In avanti tornerà Icardi che verrà supportato da Perisic e Politano, mentre, come detto, l’uomo dietro la punta è ancora da valutare, perché nonostante lo spezzone, con gol, giocato da Nainggolan, il belga potrebbe non essere ancora del tutto a posto fisicamente.

BARCELLONA- Valverde vuole vincere per mettere in cassaforte qualificazione e primo posto. In conferenza il tecnico si è lasciato andare a grandi elogi nei confronti della squadra nerazzurra. Il tecnico blaugrana ha invece lasciato il dubbio sull’utilizzo di Messi, il fuoriclasse argentino è rientrato nella lista dei convocati, ma è difficile vederlo in campo domani. L’ex tecnico dell’Athletic però non ha escluso almeno una presenza da subentrato.
La formazione più probabile comunque rimane quella che all’andata al Camp Nou ha vinto 2-0 contro l’Inter nel weekend successivo ha schiantato il Real Madrid. Ci sarà ovviamente Ter Stegen tra i pali. In difesa da sinistra a destra Jordi Alba, Lenglet, Piquè e Sergi Roberto. A centrocampo Busquets, Arthur e Rakitic. In avanti l’ex Rafinha, Luis Suarez e l’altro ex Coutinho.

 

Stefano F.Utzeri (@utzi_26)