Tutto pronto per quello che potrebbe rivelarsi il big match della quarta giornata di Champions League, con i Red Devils di Josè Mourinho che giungono in Italia per affrontare la Juventus, capolista del girone e che non ha ancora incassato gol in questa competizione.

– MANCHESTER UNITED: Dopo un avvio non del tutto convincente, i ragazzi dello Special One sembrano finalmente aver riorientato la bussola per una navigazione più consona ai livelli che da sempre contraddistinguono lo United. Smaltiti i conflitti interni, superato qualche dissapore e metabolizzate le sconfitte inaspettate, per i calciatori del Manchester è partita una nuova era fatta di vittorie, seppur sofferte. L’ultima, per l’appunto, agguantata all’ultimo secondo grazie ad una rete di Rashford al secondo minuto di recupero, dopo esser addirittura passati in svantaggio nella trasferta contro il Bournemouth. 

Mourinho, che potrà riaffidarsi ad Alexis Sanchez e Jesse Lingard, entrambi assenti nella gara d’andata per infortunio, e contare sulla ritrovata verve sotto porta di Martial (autore del gol del parziale 1-1 in Premier), probabilmente dovrà fare a meno del suo centravanti principe, vale a dire Romelu Lukaku. Il gigante belga è in forte dubbio a causa del fastidio muscolare che da qualche tempo lo assilla e che l’ha costretto a saltare le ultime gare.

Davanti al solito De Gea (per il quale sembrano risuonare sirene proprio da Torino), la coppia di centrali dovrebbe esser rappresentata da Smalling e Lindelof, affiancati a destra da Young e a sinistra da Shaw. In mediana, con l’ex di lusso Paul Pogba ed il confermatissimo Matic, a giocarsi una maglia ci saranno Fred ed Herrera, con Mata che, con estrema probabilità sarà avanzato sulla linea degli attaccanti.

– JUVENTUS: Quasi drammatica la situazione infortunati per i bianconeri, che sono costretti a fare i conti con un’infermeria strapiena. Allegri è riuscito a recuperare Chiellini e Mandzukic, che non hanno preso parte al match casalingo contro il Cagliari, ma, verosimilmente, dovrà fare a meno di Bernardeschi (distorsione alla caviglia) e Douglas Costa (alle prese ancora coi fastidi muscolari, riaccentuatisi durante la gara di campionato). Inoltre da valutare sono le condizioni di Matuidi (che dovrebbe accomodarsi in panchina), alle prese con una contusione, e di Cancelo, che ha riscontrato un affaticamento muscolare ma sarà regolarmente in campo; Pjanic, nonostante non sia al top della forma, dovrebbe rispondere presente e prendere la sua solita posizione in linea mediana, dove sarà assistito da due tra Bentancur, Cuadrado e Khedira, ormai totalmente recuperato a detta dello stesso Allegri.

A difendere i pali della Juventus ci sarà Szczesny, che sarà coperto dal tradizionale duo formato dal duo rodatissimo Bonucci-Chiellini; sulla sinistra Alex Sandro riprenderà il suo posto dopo aver riposato in campionato, mentre sulla corsia opposta sarà riconfermato l’acciaccato Cancelo. Davanti, oltre al confermatissimo Cristiano Ronaldo che insegue ancora la prima marcatura stagionale in Champions, ci sarà certamente il bomber di coppa Paulo Dybala e forse Mario Mandzukic, anche se non nelle condizioni migliori per affrontare tutti i 90 minuti, ma estremamente importante per via dell’assenza forzata del giovane Kean, aggiuntosi alla lunga lista degli indisponibili.

La partita sarà diretta dal romeno Hategan e sarà trasmessa in chiaro su RaiUno, oltre che dai canali Sky.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)