Bentrovati cari lettori con la nostra consueta rubrica di analisi delle partite di Champions League. Questa sera proseguono i quarti di finale con le altre due gare d’andata. Andiamo a scoprirle…

BAYERN MONACO – REAL MADRID (ore 20:45)

Uno di questi due top club uscirà dalla Champions dopo questa doppia sfida. Sicuramente la urna di Nyon non è stata per niente benevola con Bayern e Real, due serie candidate alla vittoria finale. Ci sono ben 22 precedenti tra le due squadre, con i tedeschi leggermente in vantaggio (11-2-9) sugli spagnoli (9-2-11). Senza tornare troppo indietro nel tempo ricordiamo la semifinale del 2014 con il Real che asfaltò il Bayern con un complessivo 5-0 (1-0 in casa e 0-4 a Monaco di Baviera) oppure quella del 2012 con i bavaresi che agguantarono la finale ai rigori dopo un 3-3 complessivo (entrambe le squadre vinsero 2-1 in casa).

Molti ex tra le fila del Bayern Monaco: Xabi Alonso, Robben hanno giocato nel Real e Ancelotti ha allenato i Blancos dal 2013 al 2015. Nessun particolare problema per la squadra più forte di Germania che ha già messo in cassaforte la Bundesliga e ha tutta la rosa a disposizione per questo difficile match, ad eccezione di Hummels. Le alternative però non mancano di certo ad Ancelotti.
Vita abbastanza tranquilla nella Liga spagnola anche per il Real di Zidane. Le Merengues sabato hanno pareggiato il derby con l’Atletico, ma hanno comunque conquistato un punto sul Barcellona secondo e sconfitto a Malaga. Qualche problemino in difesa per il questo match visto che molto probabilmente il tecnico francese dovrà rinunciare a Pepe e Varane, schierando al centro della retroguardia i diffidati Sergio Ramos e Nacho.

Il Bayern sembra più in palla rispetto agli spagnoli, inoltre il tecnico Ancelotti conosce bene il Real, Zidane e l’amico Cristiano Ronaldo. Il match sarà sicuramente aperto e con almeno un goal da entrambe le parti. Penso che però alla fine i padroni di casa riusciranno a centrare la vittoria, ma magari con un solo goal di scarto…

ATLETICO MADRID – LEICESTER (ore 20:45)

Sfida particolare tra una squadra solida come l’Atletico di Simeone e i campioni in carica d’Inghilterra. Dopo aver eliminato il Siviglia, il Leicester si ritrova di fronte un’altra squadra spagnola, mentre i Colchoneros ringraziano l’urna di Nyon per aver trovato forse l’avversario più abbordabile sulla carta. Non ci sono precedenti tra le due squadre negli anni 2000 e per trovarli dobbiamo tornare indietro nel 1997 al primo turno della Coppa Uefa, con gli spagnoli che si imposero con un totale di 4-1. L’unico altro precedente risale poi al 1961!

L’Atletico è imbattuto da 8 gare ufficiali (5-3-0) e come sempre concede pochissimo alle avversarie. Sabato è stato fortunato a pareggiare all’85° minuto il Derby di Madrid al Bernabeu. La squadra di Simeone ha però riconquistato il terzo posto, scalzando proprio il Siviglia, eliminato dal Leicester agli ottavi. Inoltre i Colchoneros sono molto forti in casa visto che il Calderon è una vero e proprio fortino nelle sfide europee (28-4-2).
A Leicester continua il momento d’oro dei campioni d’Inghilterra in carica dopo il cambio di allenatore in panchina, con l’addio di Ranieri e la guida affida a Shakespeare. Dopo il miracolo agli ottavi di finale, le Foxes sono pronte per giocarsi al meglio il loro primo storico quarto di Champions League. Vardy, Mahrez e tutta la vecchia guardia sono rinati con il cambio di allenatore, ma domenica Shakespeare ha perso la sua prima partita contro l’Everton, dopo 6 successi consecutivi.

Negli ottavi in Spagna il Leicester aveva subito il Siviglia per tutto il match, riuscendo a segnare fortunosamente l’unico goal che alla è valso la qualificazione. L’Atletico è una vera e propria macchina da guerra tra le mura amiche del Vicente Calderon e quindi non vedo grosse possibilità per le Foxes. Vittoria alla favorita.

Con Atletico Madrid – Leicester si conclude anche questa puntata con l’analisi della seconda tornata di andata dei quarti di Champions. Ora l’appuntamento è fissato per il 18 e 19 aprile con le gare di ritorno.

a cura di Valerio Pennati (Twitter @ValerioPennati)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI