Il primo martedì di Champions è andato in archivio ed è stato molto positivo per il Napoli, vittorioso 1-2 in trasferta a Kiev e primo da solo nel girone B dopo una giornata. Nel martedì di Champions non sono mancati di certo i goal, grazie alla goleada del Barcellona (7-0 contro il Celtic) e a quella del Bayern (5-0 al Rostov). Andiamo ora ad analizzare le partite del primo mercoledì di Champions League con tutte le squadre degli altri quattro raggruppamenti, che scenderanno in campo per concludere la prima giornata.

GRUPPO E:

BAYER LEVERKUSEN – CSKA

Leverkusen reduce dalla bella vittoria sull’Amburgo grazie alla tripletta in soli 20 minuti dell’improbabile finlandese Pohjanpalo. Per questa gara il tecnico Schmidt dovrà probabilmente rinunciare al forte Bellarabi e anche Volland, Kruse e Kiessling non sono al meglio. Le “Aspirine” possono però contare comunque su un reparto avanzato di tutto rispetto con Kampl, Calhanoglu, Mehmedi e il Chicharito Hernandez. Il CSKA in estate ha perso i goal dei bomber Musa e Doumbia, ma può contare su Eremenko e Lacina Traorè, ovvero gli uomini più in forma per il tecnico Slutsky. Per questa gara vedo favorito il Leverkusen, che non perde una gara in Champions da almeno due stagioni, mentre il CSKA è stato terribile nelle trasferte europee della scorsa stagione con tre sconfitte su tre.

TOTTENHAM – MONACO

Questa partita si giocherà a Wembley e non al White Hart Lane, ma sempre a Londra. Il Tottenham, dopo due pareggi e una misera vittoria, sembra essersi definitivamente sbloccato in Premier League grazie alla netta vittoria (0-4) in casa dello Stoke City. Il bomber Kane, il giovane Alli e l’importante Son si sono tutti sbloccati e potrebbero fare molto male al Monaco. Dal canto loro i monegaschi sono in uno straordinario momento di forma: nelle prime sei partite ufficiali la squadra di Jardim ha collezionato 5 vittorie e un pareggio, tra cui i due successi nei preliminari con il Villarreal e il netto 3-1 contro gli eterni rivale del PSG. Grazie a questo straordinario avvio il Monaco si è ritrovato in vetta alla classifica in Francia, insieme al Nizza di Balotelli. La squadra di Jardim non è mai facile da battere e risulta sempre pericolosa in contropiede. Gli “Spurs” non sono ancora al cento per cento e quindi potrebbero ottenere una vittoria sofferta o un semplice pareggio.

GRUPPO F:

REAL MADRID – SPORTING LISBONA

Partita speciale per Cristiano Ronaldo, grande ex di turno. Addirittura il presidente dello Sporting ha rivelato di voler vedere il fuoriclasse portoghese chiudere la carriera proprio con la maglia biancoverde dello Sporting. Per questa sera però Ronaldo sarà il grande rivale e potrebbe fare molto male alla sua ex squadra, considerando la voglia di CR7 di rispondere alla tripletta di Messi di ieri sera. Lo Sporting ha poca esperienza in Champions e anche un attacco completamente nuovo con Bas Dost e Joel Campbell, dopo la partenza di Slimani in direzione Leicester. Il club portoghese lo scorso anno ha vinto solo una delle quattro trasferte di Europa League e quindi prevedo una vittoria facile per il Real, campione d’Europa in carica.

LEGIA VARSAVIA – BORUSSIA DORTMUND

Il Legia è quartultimo nel campionato polacco e sembra essere entrato in un periodo di crisi. Per questa sfida inoltre sarà assente l’importante centrocampista Kucharczyk e anche il forte difensore Pazdan (compagno di Glik nella difesa della Polonia agli ultimi Europei) è in dubbio. I polacchi così dovranno contare sul solo Nikolics, bomber ungherese con 28 goal all’attivo nella scorsa stagione. Il Dortmund si è rinforzato molto in estate nel reparto avanzato con l’arrivo del giovane Dembelè, di Schurrle e il ritorno del figliol prodigo Gotze. L’attacco dei tedeschi è sempre di tutto rispetto e non dovrebbe aver molti problemi a conquistare i tre punti in questa trasferta polacca.

GRUPPO G:

CLUB BRUGGE – LEICESTER 

Il Club Brugge torna in Champions dopo 10 anni, mentre per la favola Leicester sarà il battesimo assoluto in questa competizione. Non so quale delle due squadre arrivi meglio a questa partita: il Brugge è in crisi con un solo punto racimolato nelle ultime tre partite, la squadra di Ranieri invece ha perso tre delle ultime cinque gare giocate. Il pareggio non è da escludere visto che le due squadre potrebbero essere molto contratte. Qualche speranza in più per il Leicester visto la maggior qualità e la grande esperienza internazionale del tecnico Ranieri.

PORTO – COPENHAGEN

Il Porto non sembrava irresistibile nella gara d’andata dei preliminari con la Roma (1-1 in casa), ma alla fine è riuscito a qualificarsi a questa fase a gironi grazie al netto 0-3 della gara di ritorno. I portoghesi hanno venduto il bomber Aboubakar al Besiktas e quindi l’attacco dei dragoni sarà tutto sulle spalle del belga Depoitre. Il Copenhagen ha superato tre turni preliminari, ma ha sempre faticato in trasferta. Tutti i suoi uomini di punta sembrano in forma e sono già andati a rete in questo inizio di stagione. Vedo il Porto leggermente favorito grazie alla maggiore esperienza e al caloroso tifo di casa del Do Dragao.

GRUPPO H:

LIONE – DINAMO ZAGABRIA

Due squadre che stanno vivendo un momento abbastanza simile: entrambe hanno perso l’ultima gara di campionato (1-3 contro il Bordeaux e 0-1 per mano del Osijek) e tutte e due saranno impegnate domenica in un difficile match. Il Lione, infatti, affronterà gli storici rivali del Marsiglia con l’ex Gomis e la Dinamo Zagabria sarà impegnata sul campo dell’acerrimo nemico Rijeka (capolista). L’infermeria del Lione è praticamente piena, mentre la Dinamo ha ceduto in estate Pjaca alla Juventus e Rog al Napoli. Probabile che le due squadre non si vogliano far male e si accontentino di un pareggino. Sicuramente le difese non sono il punto forte delle due squadre e potremmo assistere almeno ad un goal per parte.

JUVENTUS – SIVIGLIA

Concludiamo il nostro viaggio a Torino con la seconda italiana impegnata in Champions, ovvero la Juventus. La squadra di Allegri, dopo il faraonico mercato estivo, è una seria candidata alla vittoria finale. Anche l’anno scorso la Juventus era convita di poter raggiungere la finale, ma fu sfortunata ad incontrare il Bayern. Quel sorteggio fu propiziato dalla sconfitta proprio contro il Siviglia (1-0 in Andalusia) per mano dell’ex Llorente, che costò il primo posto nel girone alla banda di Allegri. Anche il Siviglia è stato attivissimo sul mercato in estate: il club andaluso ha comprato tanti giocatori offensivi (Vazquez, Nasri, Vietto, Ben Yedder, Ganso, Correa, Sarabia e Kiyotake), ma ha venduto 5 titolari (Gameiro, Konoplyanka, Coke, Banega e Krychowiak) più gli ex bianconeri Llorente e Immobile. Favorita la Juventus che vorrà vendicare la sconfitta della scorsa Champions. L’attacco dei bianconeri può fare molto male alla squadra del nuovo tecnico Sampaoli, non molto attento alla fase difensiva.

E con Juventus – Siviglia si conclude anche questa puntata con l’analisi del mercoledì di Champions. L’appuntamento è ora fissato per martedì 27 settembre con la seconda giornata dei gironi di Champions League.

di Valerio Pennati

champions gironi