Dopo tre settimane d’attesa ritorna la tanto amata Champions League con il terzo turno, che chiuderà la prima parte di tutti i gironi. Andiamo ora ad analizzare le partite di questa sera che vedranno impegnati gli ultimi quattro gruppi E, F, G e H. Tra questi ci sarà anche un’italiana, ovvero la Juventus.

GRUPPO E:

CSKA – MONACO

Preferisco nettamente il Monaco in questa partita. I monegaschi si sono dimostrati molto cinici e solidi in questi primi due match di Champions e inoltre vantano un ottimo rullino di marcia in trasferta. Il Cska ha racimolato un solo punto in Champions grazie al pareggio all’esordio con il Leverkusen, ma ha perso la gara casalinga con il Tottenham. La squadra russa dovrà cercare di andare all-in per i tre punti per sperare ancora nella qualificazione e questo potrebbe favorire il letale contropiede del Monaco.

BAYER LEVERKUSEN – TOTTENHAM

Partita aperta a qualunque risultato e sicuramente non mancheranno le emozioni. Il Leverkusen convive da tempo con assenze pesanti, ovvero quelle di Bellarabi, Bender e del vice capocannoniere Pohjanpalo. Allo stesso modo il Tottenham probabilmente dovrà rinunciare ad Alderweireld e al bomber Kane. Entrambe le squadre arrivano a questo match dopo due risultati non dei migliori: il Bayer ha perso malamente a Brema, mentre gli inglesi hanno pareggiato sul campo del WBA. Preferisco gli attacchi di entrambe le squadre rispetto alla difese, ma non vedo una particolare favorita. Attenzione al grande ex di turno Son.

GRUPPO F:

SPORTING LISBONA – BORUSSIA DORTMUND

Meglio non sottovalutare lo Sporting di Jorge Jesus che poteva essere tranquillamente a punteggio pieno in questo girone (i portoghesi vincevano fino al 89° minuto sul campo del Real Madrid). In casa Borussia Dortmund la lista degli infortunati è sempre più lunga e in particolare Reus non ha ancora messo piede in campo in questa stagione. Prevedo una partita molto aperta, in cui saranno gli attacchi a prevalere sulle difese. Non escludo però un pareggio che lascerebbe così aperto qualunque discorso qualificazione.

REAL MADRID – LEGIA VARSAVIA

Ben poco da dire su questa partita dal risultato abbastanza scontato. I campioni in carica del Real non hanno iniziato al meglio questa Champions visto che perdevano in casa contro lo Sporting fino al 89° minuto e hanno pareggiato sul sempre difficile campo del Dortmund. La squadra di Zidane, dopo la pausa, sembra però completamente ritrovata come dimostra il tennistico 1-6 contro il malcapitato Betis. Il Legia, campione di Polonia in carica, sembra in crisi totale tanto che venerdì ha perso l’ennesima partita sul campo della terzultima della classe. Inoltre il forte difensore Pazdan rimane sempre in dubbio e senza di lui il Legia subisce veramente troppi goal. Facile vittoria per il Real Madrid.

GRUPPO G:

LEICESTER – COPENAGHEN

Aria di crisi in casa Leicester, almeno in campionato. La squadra di Ranieri, infatti, arriva dalla pesante sconfitta con il Chelsea e nelle prime 8 giornate di Premier ha racimolato solo due vittorie, due pareggi e ben quattro sconfitte. In Champions League però ho visto tutto un altro Leicester e sicuramente le Foxes si stanno impegnando al massimo per ricordare a lungo questa speciale partecipazione. Il Copenaghen ha sorpreso nelle prime due partite di Champions, racimolando 4 punti tra cui un prezioso pareggio allo stadio Do Drago di Porto. I danesi hanno un vero e proprio abbonamento con i pareggi esterni per questo non escluso una X in questa partita di Champions, ma il Leicester rimane comunque leggermente favorito.

CLUB BRUGGE – PORTO

Quest’anno la squadra di Preud’homme sembra una lontana parente di quella apprezzata lo scorso anno. Il Brugge, infatti, ha ancora zero punti in Champions e ha già perso ben 4 volte nel campionato belga. Inoltre le assenze tra le fila del Brugge sono veramente troppe e domenica è in programma il sentitissimo derby con l’Anderlecht che potrebbe distrarre i giocatori di Preud’homme. Il Porto sembra aver recuperato tutti gli infortunati e finalmente si è sbloccato anche il centravanti Depoitre (ex Gent), che conosce molto bene il campionato belga. Favori del pronostico che pendono leggermente dalla parte del Porto, ma non escludo anche un pareggio.

GRUPPO H:

DINAMO ZAGABRIA – SIVIGLIA

Chi dava per morto il Siviglia dopo l’addio di Emery si sta sicuramente ricredendo. Il nuovo tecnico Sampaoli, seppur con un gioco totalmente diverso dal suo predecessore, sta facendo innamorare tutti i tifosi e si ritrova al terzo posto nella Liga ad un solo punto di distanza dalla vetta. Inoltre nello scorso weekend il Siviglia ha finalmente sfatato anche un lunghissimo tabù, che non lo vedeva vincere da più di 20 trasferte in Liga. La Dinamo invece non sembra al top della forma e segna poco al momento. La squadra croata comunque rimane sempre insidiosa tra le mura di casa e potrebbe trafiggere la non sempre perfetta difesa del Siviglia. Spagnoli leggermente favoriti in una partita che si prospetta ricca di goal.

LIONE – JUVENTUS

Partita sicuramente complicata per la Juventus, che sabato sarà attesa anche dall’importante match contro il Milan e, dopo il turno infrasettimanale, ci sarà un altro big match contro il Napoli. Il Lione quest’anno è stato abbastanza inguardabile in trasferta, ma in casa i francesi danno sempre il meglio e potrebbero mettere in difficoltà anche la Juventus. Allegri avrà gran parte dei titolari riposati, dopo il massiccio turnover contro l’Udinese e inoltre può contare su un Dybala in formato super. Juventus quindi favorita da pronostici, ma non escludo una possibile sorpresa in terra francese come un pareggio con goal.

Con Lione – Juventus si conclude anche questa puntata con l’analisi delle partite del martedì. L’appuntamento è ora fissato a domani con il punto sul terzo mercoledì di Champions League.

di Valerio Pennati

champions gironi