Il primo turno dei gironi di Champions League è finito già in archivio e tra poche ore andrà in scena la seconda partita dei vari raggruppamenti. Andiamo ad analizzare le partite di questa sera che vedranno impegnati gli ultimi quattro gruppi E, F, G e H. Tra questi ci sarà anche un’italiana, ovvero la Juventus.

GRUPPO E:

CSKA – TOTTENHAM

Tempo di conquistare i primi punti in Champions League per il Tottenham. Il club inglese, infatti, ha perso all’esordio contro il Monaco (1-2) e ha già bisogno di vincere per non staccarsi troppo dal treno qualificazione. La squadra moscovita non mi piace molto e soprattutto non mi convince il vecchio Akinfeev in porta, sempre in odore di qualche papera. Nella prima partita il Cska ha pareggiato in rimonta sul campo del Leverkusen, ma la difesa del Tottenham sarà tutta ben altra cosa. La squadra di Pochettino dovrà rinunciare al bomber Kane, ma il giovane Janssen farà di tutto per segnare il primo goal con la maglia degli Spurs. Anche Eriksen e Heung-Min Son sono molto in forma e quindi vedo il Tottenham favorito in questa trasferta russa.

MONACO – BAYER LEVERKUSEN

Nel principato si affrontano due squadre con filosofie completamente opposte. Jardim ha plasmato al meglio il suo Monaco, rendendola una squadra poco spettacolare, ma molto cinica e ostica da affrontare. Il Leverkusen, invece, predilige maggiormente la fase offensiva a quella difensiva, come dimostrano i due goal subiti in casa per mano del Cska dopo che i tedeschi erano andati avanti per 2-0. Assenze pesanti da ambo le parti con i francesi che probabilmente dovranno rinunciare a Dirar e a Falcao, uno dei miei attaccanti preferiti, mentre il Leverkusen sarà senza l’importante Bellarabi. Aria di pareggio nel Principato, ma non escludo almeno un goal per entrambe le squadre.

GRUPPO F:

BORUSSIA DORTMUND – REAL MADRID

Il fattore campo è sempre stato decisivo per questa importante sfida, tanto che il Real ha sempre perso nelle ultime tre trasferte a Dortmund. L’ultimo confronto risale ai quarti di finale di Champions nel 2014: 2-0 Borussia, ma la doppietta di Reus non fu sufficiente a ribaltare il 3-0 incassato a Madrid all’andata. Sarà sicuramente un big match tra le due squadre che probabilmente si giocheranno il primo posto nel girone. Il Dortmund nel primo match ha vinto in Polonia con un tennistico 0-6, mentre il Real ha avuto la meglio dello Sporting Lisbona (2-1) solo nel finale. Vedo i tedeschi leggermente favoriti contro i campioni in carica, con il supporto del pubblico di casa che potrebbe rivelarsi decisivo.

SPORTING LISBONA – LEGIA VARSAVIA

Probabile partita a senso unico in Portogallo. Lo Sporting, nonostante diverse cessioni importanti, può contare su Dost e Castaignos in attacco senza dimenticare l’esterno Markovic, ex Liverpool. Già con il Real lo Sporting Lisbona ha fatto vedere ottime cose: era in vantaggio al Bernabeu fino al 89°. Il Legia Varsavia non mi convince del tutto, soprattutto dopo il debutto da incubo contro il Dortmund. Probabilmente per i polacchi mancherà ancora il forte difensore Pazdan e senza di lui il Legia subisce sempre troppi goal. Prevedo una facile vittoria per i portoghesi.

GRUPPO G:

LEICESTER – PORTO

Vedo il Leicester come una possibile sorpresa in questa Champions League. I giocatori che l’anno scorso hanno reso possibile la “favola Leicester”, vincendo la Premier League, vorranno sicuramente dare il massimo per rendere indimenticabile questa partecipazione alla Champions. Il girone del Leicester sembra abbastanza abbordabile e in più le Foxes hanno vinto con un netto 3-0 all’esordio sul campo del Brugge. In questa partita voglio dare fiducia agli uomini di Ranieri, con Vardy e Mahrez sugli scudi. Inoltre in estate le Volpi si sono rafforzate con gli acquisti di Musa e Slimani. Il Porto non è più quello delle passate stagione e i suoi uomini migliori (Brahimi, Varela, Adrian e Depoitre) devono ancora trovare il primo goal stagionale. Il Leicester, come già detto, è leggermente favorito e forse le squadre potrebbero accontentarsi anche di un pareggio.

COPENHAGEN – CLUB BRUGGE

Difficilmente vedremo queste due squadre passare il girone di Champions. In questa partita voglio però dare fiducia ai padroni di casa che mi sembrano più affiatati e più in forma. Tra le fila del Copenhagen c’è anche il bomber Cornelius, trascinatore dei suoi nei preliminari e a segno anche contro il Porto. Il Club Brugge non sta facendo faville in questa stagione e ha già perso ben 5 partite negli ultimi due mesi, tra cui anche la prima gara del girone contro il Leicester. Il Copenhagen, invece, non perde in una gara ufficiale da maggio e potrebbe allungare ancora questa striscia.

GRUPPO H:

SIVIGLIA – LIONE 

Esordio in questa Champions convincente per entrambe le squadre: il Siviglia è riuscito a fermare sullo 0-0 la Juventus a Torino, mentre il Lione ha demolito 3-0 la Dinamo Zagabria. La squadra di Sampaoli ha operato bene sul mercato estivo e ha molta più esperienza internazionale rispetto al Lione. I francesi hanno l’infermeria piena, in particolare non hanno un degno sostituto per il capocannoniere Lacazette che sarà ancora assente. Le pesanti assenze del Lione e il fattore campo del Ramon Sanchez Pizjuan indirizzano il pronostico verso i padroni di casa del Siviglia.

DINAMO ZAGABRIA – JUVENTUS

Dopo il pareggio casalinga all’esordio, la Juventus cerca conferme contro la cenerentola del girone. La Dinamo Zagabria, dopo le cessioni di Rog (al Napoli) e Pjaca (proprio alla Juventus), non sembra più la stessa e infatti ha incassato una sonora sconfitta all’esordio contro il Lione. La Juventus si è ripresa, dopo il pareggio con il Siviglia e la sconfitta con l’Inter, battendo il Cagliari e il Palermo senza subire goal. La squadra di Allegri non può permettersi altri passi falsi e deve tornare dalla Croazia con i tre punti.

Con Dinamo Zagabria – Juventus si conclude anche questa puntata con l’analisi delle partite del martedì. L’appuntamento è ora fissato a domani con il secondo mercoledì di Champions League.

di Valerio Pennati

champions gironi