I suoi compagni hanno appena strappato un coraggioso punto all’Inter, ma senza di lui. Stiamo parlando di Matheus Cassini, 19 anni, talento brasiliano acquistato quest’estate dal Palermo, provenienza Corinthians, Brasile.

PALERMO (ITALPRESS) - Il nuovo Dybala? Fare paragoni e' sempre molto rischioso e certamente ogni giocatore si differenzia per caratteristiche. Ma di certo il Palermo in Matheus Cassini spera di trovare il nuovo talento, il giocatore su cui attrarre l'interesse dei grandi club. Ne basterebbe uno a stagione per consentire al Palermo di vivere di rendita. Questa volta non si tratta di un argentino ma di un brasiliano proveniente dal Corinthians e all'anagrafe gli anni sono 19..."Non ho mai avuto paura - dice il giovane attaccante in conferenza stampa - ma se ne avessi avuta non l'avrei accettata. Penso di essere all'altezza di affrontarla. In molti mi hanno paragonato a Dybala, lo rispetto molto come giocatore, ma lui e' Dybala e io sono Matheus Cassini. Vorrei essere visto come me stesso e non come un nuovo Dybala. Ci sono tanti giocatori che ammiro, ma guardo Cristiano Ronaldo. Bisogna sempre imparare dai migliori. Palermo per me rappresenta l'occasione di potermi confrontare col grande calcio, e vestire questa maglia vuol dire tanto per me e la mia crescita". Del resto il Palermo ormai in Sudamerica e' visto come una tappa di passaggio per potere approdare nel grande calcio. "Prima di venire qui ho potuto valutare altre tre proposte, ma quando ho sentito del Palermo non ho avuto dubbi proprio per la fama del Palermo dalle mie parti. Del mio ruolo mi piace molto giocare a meta' campo, cercando di dialogare con i miei compagni"."Quello che mi piacerebbe e' che la piazza mi riuscisse a conoscere come una bella persona e non solo come giocatore - continua Cassini - Promesse? spero solo di fare il meglio possibile. Il mio sopranome 'Guerrerinho'? Mi chiamano cosi' per come mi approccio alle partite, e per il fatto che sono giovane mi chiamavano 'piccolo guerriero'. Credo che la mia dote migliore sia la velocita', amo attaccare la profondita' e creare buone occasioni per la squadra". Come ogni brasiliano l'obiettivo non puo' che essere quello di indossare la maglia verde-oro: "E' vero ma ogni nazionale ha i suoi cicli e per il Brasile torneranno tempi migliori. Ad ogni modo e' uno dei miei obiettivi arrivare ad indossare la maglia della nazionale, che potrebbe essere anche quella italiana se si presentera' l'occasione. Sono molto impaziente di giocare con Vazquez, da lui posso imparare moltissimo".(ITALPRESS).06-Lug-15 18:54NNNN

Il ragazzo, aggregato alla Primavera per fare esperienza, nonostante ancora non abbia esordito con la prima squadra sarebbe finito ne mirino dei portoghesi del Braga. Se si aggiungono anche sirene dall’Olanda, si capirà come l’attenzione sia molto alta. Zamparini ha però piena fiducia nel giovane talento e difficilmente lo farà partire prima di averne testato le reali potenzialità (e realizzare una ricca plusvalenza).