Il risvolto mediatico scatenato dai rumours relativi a Cristiano Ronaldo e al suo presunto stupro ai danni di Kathryn Mayorga risalente al 2009 ha fatto propendere la Juventus per un cambio di strategia.

Per paura che il campione portoghese possa essere arrestato – titola il New York Timesi bianconeri hanno chiesto di giocare la prossima International Champions Cup in Cina e a Singapore anziché negli Stati Uniti“.

La decisione, secondo il quotidiano a stelle e strisce, potrebbe essere stata presa a causa della riapertura del caso che ha visto coinvolti Ronaldo e l’attuale docente statunitense che, al tempo, era un’aspirante modella.

La Juventus non ha ancora comunicato ufficialmente la propria decisione ma, con tutta probabilità, lo farà il 27 marzo alle ore 10, data in cui verrà annunciata la location e le date della tournee estiva.

Qualora venisse confermata, si trattarebbe di una decisione saggia da parte dei bianconeri, che però non rinuncerebbero in toto a partecipare al torneo estivo per club più prestigioso. Negli stadi cinesi, infatti, da anni si disputano comunque grandi match, tra squadre molto blasonate e conosciute. Milan e Inter, anche per via delle loro proprietà presenti o passate, hanno più volte deciso di giocare in Cina le gare della rassegna estiva, riscuotendo grande successo, ottimi introiti e grande calore da parte dei tifosi con gli occhi a mandorla.

Che adesso sia la volta della Juventus è molto probabile, ma si attenderà comunque ancora una settimana prima di averne la certezza.

Giuseppe Lopinto