È Daniele Verde l’obiettivo numero uno per il reparto offensivo dell’Udinese, che nelle ultime ore ha aumentato il pressing sull’attaccante di proprietà della Roma e si è portato avanti con la trattativa incontrando più volte l’entourage del calciatore.

Classe 1996, nell’ultima stagione Verde ha giocato in prestito all’Hellas Verona, con cui è sceso in campo 33 volte tra Serie A e Coppa Italia, andando a segno 4 volte.

Rientrato alla base dopo il prestito tra le fila degli scaligeri, la sua permanenza in giallorosso sarà ancora una volta molto breve, e la prossima tappa della sua carriera potrebbe essere a tinte bianconere.

Piccolo di statura, ma molto veloce ed abile negli spazi stretti, il nativo di Napoli ha debuttato in Serie A nel 2015 grazie all’allora tecnico giallorosso Rudi Garcia, che gli regalò poi altri scampoli di partita in Europa League nel corso del finale di stagione dello stesso anno.

Nei tre anni successivi, Verde ha girato l’Italia in prestito: Frosinone, Pescara, Avellino (dove ha disputato la sua migliore annata finora, con 32 partite e 8 gol in Serie B) e infine Hellas Verona.

Udine rappresenterebbe per lui una piazza in grado di offrirgli l’opportunità per compiere il salto di qualità, soprattutto se dovesse concretizzarsi la cessione di Rodrigo De Paul, corteggiato dalla Fiorentina e ormai in rotta con la dirigenza dei friulani.

Su Verde, però, pare esserci grande interesse anche da parte del Benevento, alla ricerca di un degno sostituto del partente Brignola, del Reims, formazione francese che milita in Ligue 1 e infine degli spagnoli dell’Alaves, che puntano a disputare un’altra stagione tranquilla e lontana dalla zona retrocessione in Liga.

Non mancano dunque le pretendenti per Verde, che adesso dovrà scegliere la soluzione migliore per il suo futuro e provare ad imporsi come uno tra i giovani più promettenti della nuova generazione di talenti della nazionale italiana.

Giuseppe Lopinto