Come già anticipato dalla nostra redazione diversi mesi fa, la Roma ha da tempo messo gli occhi sul centrale classe ’96 Gianluca Mancini. Nelle ultime ore l’accordo tra giallorossi ed Atalanta sembrava veramente ad un passo con un prestito biennale con obbligo di riscatto a favore della società capitolina per un totale di circa 25 milioni di euro.

Per sostituire pienamente Manolas serve però altro. Petrachi sta infatti prendendo tempo con l’intenzione di chiudere per un calciatore dotato di un’esperienza e una personalità tale da poter gestire la difesa della Roma, proprio come faceva il greco. Tra questi Alderweireld e Nkolou sono quelli che più di tutti stuzzicano il palato dei tifosi romanisti. Per il primo il problema è relativo all’ingaggio, i suoi 4,3 milioni di euro a stagione rappresentano decisamente un ostacolo per una società che ha come obiettivo quello di abbassare i costi. Il suo contratto è comunque in scadenza nel 2020 e un tentativo, con la mediazione che potrebbe rivelarsi fondamentale di Baldini, sarà sicuramente fatto. I rapporti con Cairo non sono certo ottimi e portare in giallorosso Nkolou non sarà facile. Per il centrale camerunense il Torino chiede una cifra tra i 25 e i 30 milioni, tanti soldi per un 29enne.

Resta ancora viva la pista che porta a Marc Bartra. Nonostante le recenti dichiarazioni dell’ex Barcellona e Dortmund, Petrachi non abbandona definitivamente una trattativa su cui si può comunque lavorare. Altro nome da non sottovalutare è quello di Willy Bony del Wolverhampton classe 1991  con alle spalle 242 presenze tra Ligue 1, Primeira Liga e Premier League.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)