Complici i soli 7 gol in campionato e, soprattutto, l’oneroso contratto che scadrà nel giugno 2020, la Roma sta già pensando al dopo Dzeko. Il ciclo nella capitale del bosniaco ex City sembra infatti essere giunto ai titoli di coda, a certificare ciò i continui litigi che avvengono in campo e fuori tra il numero 9 e alcuni elementi dello spogliatoio. Tra i nomi in lista è presente anche quello di un calciatore che in patria viene preferito a Higuain e ad altri illustri “punteri” argentini nonostante non sia mai uscito dal Sudamerica, se non nella storica sconfitta in finale di Libertadores del suo Boca Juniors contro i rivali di sempre del River Plate al Bernabeu. Parliamo del classe ’90 Dario Benedetto.

L’attuale DS ad interim giallorosso, Ricky Massara, ha preso informazioni sul numero 9 del Boca che viene valutato circa 20 milioni di euro. Reduce da un brutto infortunio al crociato rimediato il 19 novembre 2017 contro il Racing de Avellaneda, El Pipa rimane fuori dal campo fino al 30 agosto 2018 quando torna a giocare in occasione di un match di Libertadores. Nonostante i 9 mesi di stop, Dario Benedetto è riuscito grazie alle sue grinta e alla garra tipica dei sudamericani a portare il Boca fino alla doppia finale di Libertadores in cui segnerà, seppur inutilmente, sia all’andata che al ritorno.

Probabilmente quello che più manca alla Roma in questa fase è proprio un giocatore grintoso capace di affrontare le difficoltà, conviverci e magari trarne anche beneficio. Alla Roma manca cattiveria e voglia di emergere ed è una constatazione che l’ultima gara contro il Napoli ha certificato in maniera definitiva. Nicolas Burdisso, attuale ds del Boca Juniors, ha chiesto pochi mesi fa a Monchi El Monito Diego Perotti, chissà se questa non potrebbe essere la chiave per sbloccare una trattativa che non sembra impossibile.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)