Paolo Maldini, Stefano Pioli e Frederic Massara

Contrariamente a ciò che sembra, il Milan è ancora molto attento sul mercato. ‘’ Vogliamo continuare a migliorare la rosa, ma rilevo un mercato abbastanza insolito. Ho la sensazione che ci saranno movimenti che avverranno verso la fine del mercato e noi saremo pronti a cogliere le occasioni giuste ‘’, affermava Gazidis verso fine Luglio, in una intervista assieme a Maldini e Massara. E queste parole, che all’inizio sembravano essere sinonimo di scarsa liquidità del club, ora sembrano delineare un quadro molto più realistico. Dopo il riscatto di Simon Kjaer ed Alexis Saelemaekers, sono arrivati gli acquisti di Kalulu ( parametro 0 ), Tonali ( prestito con riscatto ), Brahim Diaz ( prestito secco annuale ) e Ciprian Tatarusanu ( Titolo definitivo ), oltre al riscatto di Rebic ( titolo definitivo ). Acquisti, dunque, mirati e che hanno, di fatto, completato quasi del tutto la rosa rossonera. Quali saranno i prossimi step?

Adriano Galliani

Tranquilli, non è un nostro errore o particolare confusione. Con una delle sue frasi più celebri, Adriano Galliani riesce a descrivere al meglio quello che è il momento che sta attraversando il Milan sul mercato: ‘’ Non entra nessuno se non esce nessuno ‘’. In effetti, dopo aver quasi completato la rosa, la dirigenza rossonera starebbe valutando con attenzione alcune possibili uscite ed oggi, con questo articolo, ve ne mostreremo alcune:

– CAPITOLO DIFESA.

Andrea Conti, Davide Calabria

Partendo dalla difesa, a sinistra abbiamo Andrea Conti, il quale presenta un residuo a bilancio di circa 9.5 milioni di euro, complicando un po’ una sua uscita; a destra, invece, Davide Calabria, prodotto della Primavera rossonera e dunque, dato il costo prossimo allo 0, molto più facile da cedere. Le offerte per i due terzini non sono tante: per Calabria ci ha provato il Cagliari, pur non trovando un accordo economico col Milan; per Conti, invece, solo ed esclusivamente offerte in prestito. In caso di offerta convincente, la dirigenza valuterebbe la cessione di uno dei due, in modo tale da sostituirlo sul mercato per alzare il livello della rosa e provare ad abbassare il costo della stessa.

Diego Laxalt

A sinistra, un possibile nome in uscita potrebbe essere quello di Diego Laxalt. Il giocatore, classe 1993, non è attualmente una priorità della lista dei partenti, quindi il Milan lo lascerebbe partire solo con offerte congrue. Al momento, dopo il tentativo russo Del Lokomotiv Moskow, non ci sono particolari pretendenti per l’esterno uruguaiano.

– CAPITOLO CENTROCAMPO.

Rade Krunic

Lo scarso minutaggio avuto nella passata stagione ed il fatto che sia stato spesso impiegato fuori ruolo, hanno portato la dirigenza e l’allenatore a valutare attentamente la posizione di Krunic in questo Milan. Con il passaggio al 4231, Rade effettivamente non riesce a ritagliarsi il proprio spazio, partendo sempre dalla panchina e, di fatto, non rappresentando mai una vera e propria alternativa ai titolari. Con l’arrivo di Tonali, inoltre, le cose si sono fatte più difficili per Krunic.

Dalla Germania ci ha provato il Friburgo, arrivando ad offrire fra i 7 e gli 8 milioni di euro. La dirigenza valuterà attentamente durante i Preliminari di Europa League e, nel caso di cessione, si farà trovare pronta per un altro possibile colpo a centrocampo.

Lucas Paquetà

Lucas Paquetà è, senza dubbio, uno dei giocatori del Milan più importanti nella lista dei possibili partenti. Dopo un inizio abbastanza promettente con Gattuso, Paquetà sembra aver perso un po’ la bussola e, le sue prestazioni, non hanno convinto a pieno il club rossonero. Divenuto panchinaro fisso di Calhanoglu, Lucas ha totalizzato ben 24 presenze trovando, però, un solo assist. Serie pretendenti, al momento, mancano: il Lyon ha solo preso informazioni con l’agente, senza formulare alcuna offerta al club; la Fiorentina, che sembrava esser molto interessata al Brasiliano, ha chiuso recentemente per Borja Valero e Bonaventura, riducendo le possibilità per Paquetà. Per il giocatore, il Milan chiederebbe almeno 25 milioni di euro, cifra che eviterebbe possibili minusvalenze a bilancio. Il tempo stringe e, dalla cessione di Paquetà, dipende una bella fetta del mercato in entrata del Milan.

– CAPITOLO ATTACCO.

Samu Castillejo, Alexis Saelemaekers

Nel reparto offensivo, la situazione è più calma ed eventuali cessioni sono solo mirate al potenziamento della squadra. Perchè le voci su Chiesa non sono casuali: il Milan cerca un esterno di destra in grado di far fare il salto di qualità alla squadra. Al momento, non sono arrivate offerte importanti per i due esterni ma, qualora arrivassero, il Milan valuterebbe attentamente il da farsi.