Lista delle migliori occasioni tra i calciatori svincolat.

Alle ore 20:00 in punto, di ieri sera, si sono chiuse definitivamente le porte dell’Hotel Sheraton (Milano), location scelta per l’ultimo giorno di calciomercato. Molteplici gli scambi, tra prestiti e cessioni a titolo definitivo con poche sorprese ed in generale un mercato più povero rispetto alle scorse annate. Il Covid ci ha messo lo zampino, con molti big club costretti a liberarsi di ingaggi pesanti a fronte di acquisti mirati dove in pochi si sono permessi spese pazze. Un periodo di magra nel quale il mercato degli svincolati potrebbe rappresentare una strada da battere oggi più che mai. Andiamo ad analizzare i migliori svincolati alla chiusura del mercato italiano….

 

  • Mario Mandzukic (34 anni) – Con la casacca della Juventus ha scritto la storia del club, conquistando coppe e scudetti ma soprattuto l’amore del popolo bianconero. Ha indossato maglie prestigiose vincendo e ritagliandosi sempre un posto da titolare. Dalla Spagna, con l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, alla Germania con la divisa del Bayern Monaco. Nel Luglio del 2020 è passato all‘Al Duhail (Qatar) dove, però non è riuscito ad imporsi.

 

  • Mario Balotelli (30 anni) – Genio e sregolatezza del calcio contemporaneo. Balotelli ha fatto parlare di se, sia in campo, che fuori con numerose copertine sui tabloid di mezza Europa. Quel che poteva essere e non è stato, ormai alla soglia dei 31 anni ,Mario ,sembra un eterno prodigio che rimarrà tale. La punta italiana ha riprovato a indirizzare la sua carriera, a casa sua, nel suo Brescia dal quale si è svincolato dopo l’ultima stagione. Annata, la scorsa, nella quale, però, ha deluso nonostante le grandi aspettative. Solo 19 presenze condite da 5 miseri gol, troppo poco per uno dei più grandi talenti sfornati dall’Italia, negli ultimi 20 anni.

 

  • Kwadwo Asamoah (31 anni) – Altra conoscenza della nostra Serie A dove si è messo in mostra dapprima con la maglia dell’Udinese per poi vestire anche le divise di Inter e Juventus con prestazioni altalenanti ma tutto sommato convincenti. il ghanese cerca una sistemazione dopo l’ultima stagione con i nerazzuri di Milano con i quali ha racimolato 8 presenze condite da 1 solo assist.

 

  • Fabio Borini (29 anni) – Nel calcio moderno, tutto sommato, a 29 anni si è giovani. Borini, quindi, ha ancora tempo per rimettere nei binari la propria carriera e potrebbe rappresentare un upgrade per una neo- promossa o una formazione da metà classifica. Il pirata, cosi soprannominato, rappresenta un vero e proprio Jolly potendo ricoprire molti ruoli dalla punta all’ala per scalare sino in zona difensiva e adattarsi come terzino, dove venne impiegato, con buoni risultati, quando vestiva la maglia del Milan. Nell’ultima stagione ha giocato nell’Hellas Verona, squadra rivelazione del campionato, calcando il campo per ben 16 volte.

 

  • Mario Gotze (28 anni) – Vera e propria punta di diamante in questa lista di svincolati. Gotze ha toccato il paradiso con mano, siglando il gol decisivo per la propria nazionale (Germania) che valse il titolo mondiale. Un giocatore dal passato recente nebuloso, con molteplici problematiche che lo hanno tenuto lontano dai campi per tanto, troppo tempo. Il centrocampista tedesco cerca un club per rilanciarsi, un club che possa dargli fiducia e credere nel suo smisurato talento.

 

  • Daniel Sturridge (31 anni) – Ex Liverpool dove lo ricordiamo per le scorribande sotto la Kop, con 70 gol in 200 presenze. Il talento inglese ha passato l’ultima stagione i Turchia, precisamente nel Trabzonspor, dove è sceso in campo per 11 volte con una rendimento non indifferente inanellando 4 gol e altrettanti assist.

 

  • Alexandre Pato (31 anni) – Forse uno dei più grandi talenti ad aver calcato il manto verde di San Siro. Pato giunge a Milano (sponda Rossonera) che è solamente un bambino ma in breve fa ricredere tutti, dimostrando, a dispetto dell’età, un talento smisurato. La sua carriera sembra andare a picco da molti anni, in una discesa che non vuole fermarsi ma che ha solamente qualche momento di arresto, rallenta ma continua a scendere inesorabile. Ha vissuto l’ultima stagione al San Paolo, in Brasile, dove si è reso protagonista di 4 gol e 2 assist in 13 apparizioni.

 

  • Hatem Ben Arfa (33 anni) – Talento francese, croce e delizia dei club nei quali ha militato durante la sua carriera. Non è la prima volta che Ben Arfa si ritrova nella lista degli svicolati era già accaduto nelle annate del 2015/2018 e 2019. Svincolatosi dal Real Valladolid con il quale è sceso in campo per sole 5 volte, nell’ultima stagione.

 

  • Ezequiel Garay (33 anni) – Difensore di grande esperienza e personalità. Ha vestito maglie gloriose tra le quali annoveriamo: Real Madrid, Valencia e Benfica. Entrato nel mirino di molti club europei tra i quali Inter e Lazio, che però hanno preferito passare oltre a causa della lesione del legamento crociato. Infortunio, che risale al Febbraio 2020, dal quale Garay non si è ancora ripreso al 100%.

 

  • Samir Nasri (33 anni) – Il trequartista nato e cresciuto a Marsiglia cerca un nuovo club. Un passato importante, per lui, con indosso la maglia di Manchester City con la quale si è consacrato al grande calcio. Il francese ha provato a rilanciarsi all’Anderlecht, nell’ultima stagione, ma le cose non sono andate per il meglio. In Belgio ha collezionato 9 presenze condite da 2 gol.

 

  • Jackson Martinez (34 anni) – La carriera della punta colombiana ha subito un tracollo inaspettato. Da prima scelta all’Atletico Madrid per poi ritrovarsi a galleggiare fra il campionato portoghese e quello cinese con prestazioni tutt’altro che buone. Martinez ha giocato, nella sua ultima stagione, nel Portimonense scendendo in campo 25 volte con 5 reti siglate.

 

  • Danny Welbeck (29 anni) – La carriera calcistica di Welbeck ha vissuto di alterne fortune in Premier League, dove ha fatto parlare di se con le storiche casacche di Arsenal e Manchester United. La punta inglese cerca il rilancio dopo l’ultima stagione, al Watford, dove si è reso protagonista di 20 apparizioni e 3 gol, troppo poco per un talento che, agli inizi, sembrava poter brillare in top club mondiali per poi spegnersi stagione dopo stagione.

 

  • Giampaolo Pazzini (36 anni) – Ci sono calciatori che sembrano fregarsene dell’età anagrafica, per loro sono cifre scritte su un documento niente di più niente di meno. Pazzini può rappresentare, anche a 36 anni, un valore aggiunto dall’indiscutibile tasso tecnico – tattico per qualsiasi club pronto ad affidargli una maglia da titolare. Nell’ultima stagione ha trovato poco spazio, con sole 16 apparizioni, ma in generale, con la sua ex squadra, l’Hellas verona, è riuscito ad incidere il proprio nome nel cuore dei tifosi. Pazzini non è domo e cerca un ultima grande occasione.