Il futuro del Cagliari in serie A parte, o meglio riparte, dal presente con due rinnovi importanti. Il primo riguarda l’allenatore Massimo Rastelli che, come fanno sapere attraverso il sito ufficiale della società, ha firmato un contratto che lo legherà ai rossoblu per il prossimo biennio. “Orgoglioso di continuare a rappresentare Cagliari, la Sardegna e i suoi colori” ha detto a caldo il mister dei record. Rastelli ha infatti riportato la squadra in Serie A dopo una sola stagione in Serie B, con due giornate di anticipo, vincendo il campionato e vantando il miglior attacco. Al rinnovo del tecnico ha seguito quello di un altro giocatore rivelatosi importante per il raggiungimento dell’obiettivo della società, Fabio Pisacane. Il Cagliari ha rinnovato il contratto del difensore fino al 30 giugno 2018, preparandosi ad affrontare la la massima serie con il giusto spirito, riponendo grande fiducia in quello che viene definito dalla società “un vero guerriero classe ’86, un uomo spogliatoio che ha saputo farsi amare fin da subito da tutto l’ambiente grazie alla sua personalità, al suo attaccamento alla causa e alla sua forza temperamentale che lo porta a non mollare mai sino al triplice fischio finale dell’arbitro”.

Arriva anche il primo colpo di mercato. Non solo rinnovi importanti ma anche giovani che possano essere utili alla causa. Il Cagliari ha prelevato dall’NK Celje, Marko Pajac, esterno di centrocampo croato classe ’93. Il giocatore ha firmato un quadriennale con i rossoblu. Per la difesa invece occhi su Bruno Alves. Il portoghese ha rifiutato il rinnovo con il Fenerbahçe e sembra ci sia già stato un primo incontro con la società. La sua famiglia ha visitato la città ma, d’altro canto, il difensore sarà impegnato negli Europei e tutto sembra ancora prematuro, soprattutto dal punto di vista economico.

Sembra che il Cagliari stia cercando di prepararsi al meglio per il ritorno in serie A puntando a qualcosa in più della semplice salvezza. Del resto la voglia di scrivere favole resta una prerogativa italiana che al massimo può volare in Premier League..

Nicola Carosielli