Il Cagliari pesca di nuovo in Colombia. Dopo l’esperimento parzialmente fallito di Victor Ibarbo, questa volta è il turno di Damir Ceter, attaccante colombiano classe 1997, nell’ultima stagione all’Independiente Santa Fe, ma di proprietà del piccolo Deportes Quindío.

Il giovane colombiano è un centravanti forte fisiciamente (188cm), in patria viene accostato per caratteristiche al blucerchiato Duván Zapata. Come il sampdoriano non sembra possedere un grande feeling col gol, avendo messo a segno solo due gol nell’ultima stagione, di cui uno in Copa Libertadores e uno in campionato contribuendo in minima parte alla vittoria del titolo colombiano. Precedentemente, nella stagione 2016, aveva messo a segno 14 gol in 25 presenze con la maglia del Quindío, nella Primera B, seconda categoria del campionato colombiano.

Il calciatore è stato scoperto dal DS del Cagliari Giovanni Rossi, assieme al suo collaboratore Daniele Conti, durante il Campionato Sudamericano U-20 dello scorso anno, quando Ceter ha segnato due gol in due partite disputate.

Ora il Cagliari sembra essere vicino al suo acquisto per un’operazione che si aggirerebbe intorno ai 3 milioni di euro. A Cagliari il centravanti arriverebbe durante la finestra di calciomercato per ambientarsi nel clima e nei ritmi del calcio italiano, con la possibilità di essere utilizzato nel ruolo di vice-Pavoletti, dopo l’addio di Federico Melchiorri. A giugno verrà poi definito il suo futuro, con la possibilità di andare in prestito per trovare continuità di utilizzo e crescere per tornare in rossoblu.

A confermarlo all’emittente locale Antena2, è stato il presidente dell’Independiente Santa Fe, César Pastrana.

Stefano Utzeri (@utzi_26)