Come di consueto per la nostra rubrica CadetteriAA vi presentiamo le partite del sesto turno della terza serie nazionale.

Per quanto riguarda il Girone B, le danze inizieranno alle 16.30 di oggi nell’anticipo al Mapei Stadium tra Reggiana e Sambenedettese. Il patron dei rossoblù Franco Fedeli, tirerà le somme dopo la partita di Mercoledì prossimo contro il Mestre nel turno infrasettimanale, ma una sconfitta potrebbe già essere decisiva per le sorti di Moriero. Ben quattro partite previste per le 14:30 di Domenica. Il Bassano affronta in casa l’Albinoleffe per quello che si prevede possa essere uno dei big match di giornata. A Gubbio dopo l’addio di mister Cornacchinni, l’esordio di Pagliari prevede una sfida già cruciale contro il Sudtirol.  Al Bonolis di Teramo arriva la Fermana di Flavio Destro sulle ali dell’entusiasmo dopo tre vittorie consecutive. Il Teramo deve per forza di cose fare punti. Il Renate vera rivelazioni di questa primissima parte di stagione andrà senza timori reverenziali a Trieste per continuare a stupire. Alle 18:30 sfida salvezza al Mancini tra Fano e Ravenna, mentre il Modena che in teoria dovrebbe affrontare il Mestre si ritrova senza stadio e senza possibilità di giocare a Forlì come nelle altre occasioni. Il tre a zero a tavolino sembra ormai scontato. Il Padova ospita il Santarcangelo per una sfida sulla carta già scritta, ma nel calcio si sa, la sorpresa è sempre dietro l’angolo. Il Monday night prevede la capolista Pordenone ospite dei Leoni del Garda a Salò.

Parte con il botto la sesta giornata del Girone C di Serie C, con l’anticipo tra Matera e Paganese: la squadra di Auteri, nell’occhio del ciclone tra vicende calcistiche ed extracalcistiche, si è imposta in casa sulla Paganese per 2-1 grazie alle reti di Casoli e Strambelli. Antipasto niente male, eh? Nella giornata di oggi, invece, il programma con le restanti gare: si parte alle 14.30 con le sfide tra Juve Stabia e Fondi, che non hanno iniziato benissimo la stagione, e tra Trapani e Casertana, gara da tenere d’occhio vista la voglia dei padroni di casa di accorciare le distanze rispetto alla vetta. Non si giocherà, invece, la partita del Franco Scoglio di Messina (campo neutro) tra Sicula Leonzio e Catanzaro: negata autorizzazione per l’organizzazione della manifestazione sportiva e rinvio a data da destinarsi. Nel primo pomeriggio, Akragas e Siracusa si contendono uno dei tanti derby di Sicilia, mentre al Fanuzzi di Brindisi la Virtus Francavilla ospiterà la Reggina, sorpresa tra le altre di questo avvio. In serata le “grandi” daranno spettacolo: il Lecce di Liverani ospiterà il Bisceglie, il Catania farà tappa al Marulla dove troverà un Cosenza galvanizzato dalla nomina del nuovo allenatore Braglia e il Monopoli vorrà proseguire la sua inedita cavalcata verso la Serie B superando lo scoglio Andria, prima Big match in programma martedì sera al Massimino.

Girone A che parte con il riposo della Giana Erminio, “un vero peccato” come confessa il mister Cesare Albè. Nove i match, tutti nella giornata di domenica. Ad aprire il turno saranno Alessandria contro Arezzo con i padroni di casa in crisi profonda e gli ospiti che sono alla ricerca della prima vittoria con il nuovo allenatore dopo la sconfitta interna. Il Monza che ha vinto e fatto divertire contro la Carrarese sarà di scena ad Arzachena mentre l’altra sarda, l’Olbia, è attesa dal Pro Piacenza. La Carrarese, uscita malconcia dal Brianteo appunto, ospiterà il Siena in quello che si profila un bel match. Pistoiese contro Cuneo ma soprattutto il derby fra un Pontedera in crisi ed il Livorno primo completano il pomeriggio di serie c. Alle 20.30 la Viterbese, dopo la sconfitta contro la Giana proverà a rialzare la testa sul campo del Gavorrano. Da segnalare anche Lucchese-Piacenza ma soprattutto l’ennesimo derby toscano, Pisa-Prato.

 

Lorenzo Giardini – Antonio Torrisi – Matteo Migliore