Il turno numero 25 andato in archivio senza particolari colpi di scena. Campionato segnato da una cesura netta tra il Padova al vertice e le altre pretendenti che sono tutte ad una distanza minima l’una dall’altra. Il calcio è strano ed imprevedibile ma la squadra di Bisoli ha davvero mezzo piede in Serie B,una vera e propria corazzata. Nella partita contro il Santarcangelo tutto è filato liscio o quasi. Andati sotto al 19′ i veneti biancoscudati si sono rialzati subito con il gol di Pulzetti e la doppietta di Capello.

Bene la Triestina che batte il Renate e per il momento mette al riparo la panchina di Sannino da possibili situazioni spiacevoli. Serata magica quella della Fermana che dopo un primo tempo da incubo sotto due a zero contro il Teramo ha ribaltato la partita nel secondo tempo per un pirotecnico quattro a due finale. Per i canarini la prima doppietta tra i professionisti per uno dei suoi uomini simbolo Andrea Petrucci, il gol di Da Silva e l’eurogol di Lupoli in rovesciata. Il Fano vince al 94′ lo scontro salvezza in casa del Ravenna e pur restando ultimo non molla. Finiscono zero a zero i due big match Albinoleffe-Bassano e Sambenedettese-Reggiana. La squadra di Eziolino Capuano pur giocando bene, nel 2018 non ha ancora mai vinto. La Feralpisalò travolge il Pordenone mentre un sorprendente Gubbio batte il Sudtirol con una doppietta di Marchi.

A cura di Lorenzo Giardini