È tornato il weekend, finalmente: ed è tempo di Serie C, nota lieta di un fine settimana senza i massimi campionati, e nel Girone C può succedere ancora di tutto. Dopo il turno infrasettimanale che rischiava di frenare la marcia del Lecce, abile a battere la Casertana nei minuti finali, con un Catania straripante in casa della Paganese, apriamo questo appuntamento di #CadetteriAA facendo un ping-pong tra quanto accaduto negli scorsi giorni e quanto, invece, accadrà tra sabato e domenica.

Alle 14.30, infatti, la Sicula Leonzio (che nello scorso turno ha pareggiato contro l’Andria) verrà ospitata dalla mina impazzita Fondi, con un Corvia in più, oltre che con stimoli da rilancio che fanno da contraltare a quanto visto all’inizio di questo campionato. Il Big Match dell’ora della siesta sarà Matera-Trapani: chi vince lancia un messaggio in ottica lotta promozione, visti i risultati di martedì, con la squadra di Auteri che è caduta incredibilmente nella trappola Bisceglie (2-1) e quella di Calori che ha schiantato il Rende (4-0). Il Monopoli, sconfitto dal Catanzaro (1-0, tra mille polemiche) non vuole perdere contatto con le zone alte e per farlo sfiderà proprio il Rende. Tra le 16.30 e le 18.30, altre due partite interessanti: ed è un eufemismo. Nel primo pomeriggio, infatti, al De Simone il Siracusa scontra il Lecce, e da questo campo potrebbe uscire una delle sorprese di giornata vista la qualità della formazione di Bianco, reduce dal successo del Granillo con la Reggina (0-2). Poi sarà la volta di Cosenza e Juve Stabia: i Lupi per dar seguito alla gioia infrasettimanale con l’Akragas (0-2), le Vespe per la svolta, dopo il pari con la Virtus Francavilla (1-1). Andria-Bisceglie e Casertana-Paganese chiudono il programma di serata.

Domani, invece, alle 16.30 la Virtus Francavilla di D’Agostino troverà sulla sua strada un Akragas in crisi (9 punti e pochissimo gioco), mentre alle 18.30 il Catania di Lucarelli dovrà combattere contro il campo e il Catanzaro: il primo per le avverse condizioni atmosferiche miste alla partita di Rugby tra la Nazionale italiana e le Fiji, il secondo per una formazione, quella di mister Dionigi, mai doma.

Antonio Torrisi (Twitter @ped1722)