La conferenza stampa di giovedì alle 11.30 sancirà ufficialmente la fine della carriera di Gianluigi Buffon, ma intanto arrivano conferme sul contenuto di quella conferenza. Sembra ormai certo che il numero uno bianconero lascerà, dunque, sicuramente il calcio giocato e farà la sua ultima presenza con la maglia della Juventus nella partita che chiuderà l’ennesima stagionale trionfale, alzando al cielo un altro scudetto, l’ultimo di una carriera costellata di trionfi.

La conferma definitiva arriva dal suo storico agente Silvano Martina, ex portiere del Genoa, che ha accompagnato Buffon nel suo percorso. Intervenuto ai microfoni di juvenews.eu ha dato le sue impressioni sulla giornata che vivrà sabato il portiere della Juventus, alla sua ultima apparizione all’Allianz Stadium:Non sarà un addio alla Totti. Quelle celebrazioni appartengono allo stile focoso romano. Mi aspetto piuttosto un saluto simile a quello di Del Piero. Un quarto d’ora prima succederà qualcosa, magari come il lenzuolo ‘Ciao Platini’. Sarà una giornata strappalacrime, ma sobria. Io ho avuto il piacere di accompagnare nel suo percorso il più grande portiere della storia del calcio. Mi dispiace per Donnarumma, ma non nascerà mai più un altro Gigi. In panchina a Roma? Tutto concordato con Allegri, lo scudetto era già deciso. E non è solo merito di Buffon. La Juve è una realtà fantastica dove tutti sono protagonisti, pure i magazzinieri. Tutti hanno recitato un ruolo importante”.

Un addio sobrio, questo si aspetta il suo agente, un addio in stile Alessandro Del Piero, quello che probabilmente si aspettano i tifosi bianconeri, un saluto per una delle grandi bandiere bianconere, un saluto in perfetto stile Juventus.

Stefano Utzeri