Alexis Mac Allister

Un po’ di tempo fa vi avevamo raccontato, in uno degli episodi di Storie Sudamericane, la particolare storia dei Mac Allister (qui l’articolo)e del loro rapporto stretto e viscerale con l’Argentinos Juniors. Una storia che torna d’attualità in questi giorni, per ”colpa” di Alexis Mac Allister.

ORIGINI SCOZZESI E IL BICHO NEL SANGUE: LA STORIA DEI MAC ALLISTER- Parliamo di un rapporto che inizia da lontano, per una famiglia calcistica che ha chiare origini scozzesi: i Mac Allister sono originari della contea di Fife, che si affaccia sul mare e ha qualcosa come 368mila abitanti, e a inizio ‘900 si sono trasferiti in Argentina. Da quel trasloco è nata la dinastia legata al Semillero del Mundo: tutto è iniziato con papà Carlos (attuale senatore del Parlamento argentino), autentica istituzione del Bicho. Nato nel 1968, ha giocato con l‘AAAJ dal 1986 al 1992, per poi diventare un giocatore-chiave nel Boca Juniors, e soprattutto ha mancato di pochi mesi la chance di giocare col fratello Patricio.

Da Carlos è nata la dinastia-Mac Allister, perpetuata dai figli Francis (mezzala classe ’95), Kevin (terzino, ’97) e Alexis (trequartista (’98). I tre giocano attualmente nell’Argentinos Juniors, e qualche volta hanno anche calcato il campo in contemporanea: come spesso capita tra fratelli, il più forte è il più giovane, e proprio Alexis Mac Allister è il protagonista del nostro articolo. Alexis nasce da mezzala, e poi si è spostato a trequartista in uno schema che oscilla tra il 4-3-2-1 e il 4-4-1-1: è un giocatore moderno, che sa fare le due fasi ed è stato fondamentale nell’ultima stagione dell’AAAJ. Il suo impiego tra i titolari inizialmente era stato graduale, ma nell’attuale Superliga Alexis Mac Allister è diventato una delle colonne del Bicho: ha tecnica, ha visione di gioco e sa inserirsi in area, come dimostrano i tre gol segnati. E ora, Alexis è pronto a spiccare il grande salto.

PREMIER LEAGUE: ALEXIS MAC ALLISTER SI AVVICINA AL BRIGHTON-L’esplosione di Alexis Mac Allister non è passata inosservata agli osservatori mondiali: quest’estate ci aveva provato (senza riuscirci) il Toronto FC (MLS), poi ha effettuato un tentativo il Boca Jrs su indicazione del nuovo tecnico Gustavo Alfaro, e si era mosso anche il Santos di Jorge Sampaoli. Il futuro della stellina dell’Argentinos Jrs, però, non sarà in Sudamerica: Alexis Mac Allister si avvicina prepotentemente al Brighton, club attualmente 13° in Premier League e in una certa comfort-zone rispetto alla lotta-retrocessione. Il Brighton and Hove Albion ha messo pressione al Bicho, ed è riuscito nelle scorse ore a vincere le iniziali titubanze del giovane classe ’98, che temeva di non essere ancora pronto per il grande salto dalla Superliga Argentina alla Premier League.

La trattativa tra i club è già definita: Mac Allister passerà al Brighton per 8.5mln di dollari (7.4mln di euro), coi britannici che acquisteranno solo l’85% del cartellino. Così facendo, l’AAAJ guadagna contante fresco (effettuando una nuova cessione-record: il club ha lanciato tra gli altri Maradona e Riquelme), il giocatore viene valutato in base ai 10mln della clausola rescissoria e il Bicho mantiene il 15% sulla futura cessione. Alexis Mac Allister, che ha tutte le doti per diventare in futuro (tornando mezzala offensiva) uno di quei centrocampisti box-to-box che fanno impazzire i tifosi britannici e garantiscono alle squadre inglesi 4-5 gol a campionato, è dunque ad un passo dalla Premier League, ma potrebbe non arrivare subito: l’Argentinos Juniors proverà a convincere il Brighton a lasciare il giocatore nella sua rosa fino a luglio, così da non ”buttarlo nella mischia” a stagione in corso ed esporlo a difficoltà e problemi di ambientamento.

Il Brighton sembra d’accordo a posticipare l’arrivo a giugno, ma potrebbe anche non lasciarlo al Bicho (che lotta per non retrocedere coi promedios): il Boca Juniors sarebbe ben lieto di accogliere Alexis in prestito semestrale, e si sarebbe già fatto avanti per far vestire al più giovane dei Mac Allister la maglia degli xeneizes.

La maglia che rese grande papà, perchè in casa-Mac Allister i corsi e ricorsi storici sono all’ordine del giorno…

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.