Con la vittoria per 1-0 sull’Ascoli, il Brescia guadagna la promozione diretta in Serie A con due giornate d’anticipo. Decisivo il gol di Dessena al 36′ del primo tempo.

Una stagione incredibile, per la squadra allenata da Eugenio Corini, attualmente prima in classifica con 66 punti, tre in più del Lecce. Miglior attacco attualmente con 67 gol, di cui 25 segna da Alfredo Donnarumma, capocannoniere della Serie B, seguito dall’attaccante del Benevento Coda, fermo a 19 reti. L’attaccante del Brescia non ha mai giocato in Serie A. La scorsa stagione ha contribuito alla promozione dell’Empoli con 23 gol in 38 partite. Numeri da attaccante di razza.

All’inizio della stagione non erano certo i favoriti, si sono guadagnati sul campo ogni singolo punto, a suon di gol e spettacolo, superando alla lunga squadre più blasonate come Palermo, Pescara e Verona, che negli ultimi anni passano spesso tra le due categorie maggiori. La differenza l’ha fatto il gruppo unito, fin dall’inizio, con l’intento di riportare la squadra nella massima serie italiana.

Oltre al fondamentale contributo di Donnarumma, è bene ricordare anche Torregrossa, autore di 12 gol. Da segnalare anche l’ottima stagione del centrocampista Bisoli, autore di 5 gol e 5 assist. La sorpresa di quest’anno è senza dubbio il giovanissimo centrocampista del Brescia, Tonali. Ha preso in mano il centrocampo come un veterano, orchestrando il gioco del Brescia, partita dopo partita, niente male per un giocatore di soli 18 anni (diciannove l’otto maggio). Con 3 gol, 7 assist e prestazioni di grande personalità, ha contribuito alla grande alla promozione in Serie A del Brescia. Il prezzo del suo cartellino è già schizzato alle stelle, attirando l’attenzione di diversi top club in Serie A.

Le speranze del Brescia di rimanere in Serie A la prossima stagione passerà soprattutto dai piedi dei loro migliori giocatori, e da quelli che arriveranno, con lo scopo di riportare la squadra dove merita di stare, tra le migliori squadre d’Italia.