Con la sconfitta per 3-2 contro il Real Madrid, patita ieri sera al Bernabeu, si è chiusa la peggior campagna europea, in ambito di Champions League, della storia del Borussia Dortmund.

Peter Bosz, allenatore dei gialloneri, ha guidato i suoi ad un girone senza neanche un acuto: 2 pareggi e ben 4 sconfitte contro Tottenham e Real Madrid. La qualificazione all’Europa League è arrivata solo ai danni del poco temibile Apoel Nicosia superato per differenza reti, insomma un cammino davvero misero e da archiviare al più presto. Il tutto poi va mescolato contando che il Borussia Dortmund l’anno scorso venne eliminato ai quarti di finale di Champions League.

Questo crollo, abbastanza inspiegabile, va ad aggiungersi ad una stagione per niente esaltante dove il club di Aubameyang si trova al sesto posto della Bundesliga a 10 lunghezze dal Bayern Monaco e a pari punti con Ausburg ed Eintracht di Francoforte per l’ultimo posto disponibile per la qualificazione in Europa. Siamo solo ai primi di dicembre ma il Borussia Dortmund è già fuori dalla Champions League e da qualsiasi discorso scudetto, è il caso di puntare forte sull’Europa League per salvare una stagione che si prospetta disastrosa.

A cura di Filippo Rivani