A 32 anni ha ancora voglia di giocare a pallone Valeri Bojinov, attaccante bulgaro con un lungo passato in Italia, che oggi ha firmato un contratto coi croati del Rijeka.

Bojinov, centravanti che si è costruito soprattutto in squadre italiane, è uno dei più grandi rimpianti del panorama europeo. Calciatore partito benissimo dai bassifondi, Bojinov ha clamorosamente steccato le (poche) chances offertegli da grandi squadre, Manchester City su tutte.

L’arrivo a Lecce, agli esordi, era stato dei migliori: con Delio Rossi, Bojinov si era ambientato subito al calcio italiano segnando valanghe di gol giocando sia da punta centrale che da ala destra o sinistra. Un mancino potentissimo, un missile terra-aria bulgaro, un fisico possente e un cliente scomodo per qualunque difensore.

In Italia poi i semi fallimenti con la Fiorentina, la parentesi buia con la Juve in Serie B, lo sciagurato passaggio al Manchester City (dove infila pochissime presenze e soddisfazioni), il ritorno in A col Parma e, come si suol dire, l’inizio della fine. Dopo un lungo girovagare, ecco che Bojinov può rilanciarsi nel campionato croato, non esattamente di prima fascia, ma da dove può ottenere un pass europeo.

Dal “via del Mare” alla città di Fiume: il lungo flusso di Valeri Bojinov, in attesa che gli eventi facciano il proprio corso.

Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI