Gaetano Letizia ha realizzato il gol che sabato scorso ha negato la possibilità alla Juventus di vincere sul campo del Benevento. Il gol dell’1-1, ad opera proprio del terzino napoletano, è stato poi dedicato a Diego Armando Maradona. “Io non sono nessuno per dirlo ma dopo la scomparsa di Diego nel mondo del calcio dovrebbe essere cancellata qualsiasi numero 10” aveva detto tra primo e secondo tempo subito dopo quella rete. Letizia è ritornato a parlare della notte del ‘Vigorito.

Le sue parole, rilasciate a Sportitalia, sono forti e nette. Il terzino del Benevento ha parlato della Juventus come di un avversario non più irresistibile come gli anni precedenti. “Concedevano molto rispetto a quando abbiamo giocato contro Napoli e Inter che le vedevo molto più preparate”. Un’analisi lucida quella di Letizia che ha ‘bacchettato’ la Juventus dicendo di aver sottovalutato il Benevento.

Letizia: “Napoli e Inter sono più forti della Juventus”

“Ci hanno sottovalutati lasciando Ronaldo a casa – ha dichiarato Letizia – A me non hanno fatto così paura come in passato”. Letizia ha considerato il gesto della Juventus di lasciare a casa il portoghese, come un chiaro segnale di come fosse stato preso sotto gamba il Benevento: “Nel calcio non si dovrebbe mai abbassare la guardia. Non mi è sembrata la Juve di 3 o 4 anni fa”. Il terzino del Benevento ha analizzato quando visto in campo sabato scorso e non è rimasto per niente colpito dalla squadra di Pirlo: “Prima, quando giocavi contro la Juve era impossibile vincere o almeno portare un pareggio a casa, sabato invece concedeva molto. Squadre forti come la Juve non possono concedere così tanto a squadre così piccole”. Un giudizio lineare che si protrae fino alla chiosa finale sulle squadre che lotteranno per la vittoria del campionato: “Napoli e Inter le vedo molto più preparate e molto più forti. Se la giocheranno per la vittoria del campionato”.