Diabaté vuole restare in Italia anche il prossimo anno

Diabaté è sicuramente il protagonista della stagione del Benevento con 7 gol in altrettante partite. L’attaccante è uno dei giocatori della squadra campana, soprattutto nell’ultimo periodo del campionato.

L’attaccante maliano è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport per parlare della sue esperienza in Serie A e del suo futuro:

La partita con il Milan. “Sarà una grande emozione giocare in uno stadio così prestigioso. Sorpresa del campionato? Io di reti ne ho sempre segnate molte, specie in Francia con il Bordeaux. Sinceramente non sono stupito anche se capisco che può sembrare strano per chi non mi conosceva e in virtù del fatto che gioco in una squadra che è ultima in classifica. Diciamo che io faccio due cose che amo: giocare a calcio e fare gol.”

Salvezza.  “In effetti è durissima, però non mi arrendo. Del resto, il gruppo è unito nonostante le difficoltà. Fino a quando la matematica non ci condannerà, dovremo provare a compiere un miracolo.”

Futuro. “Non lo so, però mi piacerebbe restare in Italia. Qui mi trovo bene, mi piace tutto: il clima, la cucina e ovviamente il calcio”.

Diabaté ha una delle medie gol più alte del nostro campionato. Un gol ogni 53 minuti. Per il Benevento è sicuramente l’arma in più, ma in caso di retrocessione il giocatore potrebbe essere ceduto, visto che fa gola a diverse squadre italiane. Per il club ormai la retrocessione è quasi sicura e diventerà matematica in caso di mancata vittoria contro il Milan, stasera a San Siro.