È già tempo di programmazione per il Benevento, costretto a tornare in cadetteria dopo una stagione fra i grandi del calcio italiano. Data per scontata la partenza di mister De Zerbi, che ha fatto molto bene dal suo avvicendarsi sulla panchina dei Sanniti e che adesso ha richieste da CagliariBolognaSpezia Sassuolo nel caso dovesse saltare Iachini, il presidente Vigorito ha già iniziato a guardarsi intorno per sondare nuovi terreni.

Juric candidato numero uno

Il nome che per Vigorito potrebbe accendere la piazza è quello di Juric, ex tecnico di Crotone Genoa. Con gli Squali il tecnico croato ha ottenuto una storica promozione in Serie A, poi l’esperienza al Genoa a fortune alterne. La stagione inizia bene, poi però Preziosi, a causa degli scarsi risultati, lo esonera. Il cambio a favore di Mandorlini non porta gli effetti sperati e il presidente rossoblu è costretto a richiamarlo. Quest’anno invece, dopo un inizio non esaltante, lascia spazio a Ballardini.  L’incontro con il tecnico croato è avvenuto nella giornata di ieri: primi segnali di un Benevento intenzionato a tornare fra i grandi.

Ma non c’è solo Juric nella lista del direttore sportivo Pasquale Foggia: l’ex calciatore della Lazio starebbe sondando anche altre piste che porterebbero a Rastelli Nicola, tecnici con esperienza anche nella massima serie.

Una programmazione continua che nel frattempo ha portato all’acquisto di Alessandro Tuia, difensore centrale in scadenza dalla Salernitana: per lui contratto triennale.

Il Benevento ha fretta, la risalita in Serie A chiama.

A cura di Gabriele Burini.