Il difensore marocchino:”Dopo l’errore con il Napoli sono stato male per dieci giorni”

Fase difensiva impeccabile arginando al meglio Cutrone e doppietta ammazza-partita nel “suo” Olimpico. Con ogni probabilità, verrà ricordata come la Coppa Italia di Mehdi Benatia. Non era semplice dopo i due errori grossolani del Bernabeu (fallo da rigore al 93′) e della sfida scudetto contro il Napoli (Koulibaly liberissimo di colpire di testa su calcio d’angolo). Allegri è stato chirurgico nel gestirlo: ha capito che il giocatore stava attraversando un periodo no e lo ha fatto sedere in panchina, per poi rilanciarlo in un match di alto livello. E la risposta di Benatia non si è fatta attendere.

“Abbiamo dato una risposta impressionante – ha detto nel dopo partita – la Juve fa sempre cose speciali, questo gruppo ha scritto la storia del calcio. Dopo l’errore di Napoli sono stato male per 10 giorni, per fortuna i miei compagni mi hanno tirato su. Hanno scritto che ero scarso e io sono stato fortunato a trovarmi nel posto giusto al momento giusto. Questo è l’atteggiamento della Juve: non si molla nulla fino alla fine. Possiamo aver giocato male, possiamo ricevere delle critiche, ma la verità è che abbiamo fatto più di 90 punti e ora abbiamo pure vinto la Coppa Italia. Complimenti a me? No, a tutta la squadra.

https://www.instagram.com/p/Bikt4WwgYdC/?taken-by=m.benatia5

Benatia ha dimostrato di essere un giocatore di grande personalità. Ha ammesso i suoi sbagli ed ha prontamente reagito di conseguenza, mettendo la firma sulla quarta Coppa Italia consecutiva della Juventus. Il 31enne domenica tornerà all’Olimpico, e chissà che non sia in grado di continuare la festa iniziata ieri. Questa volta, però, il tema sarà il settimo scudetto di fila.

a cura di Antonio Alicastro