Nella serata di ieri, dopo il clamoroso esonero di Carlo Ancelotti dalla panchina del Bayern Monaco e l’assegnazione ad interim dell’incarico al francese Willy Sagnol, erano aumentate le voci, secondo cui, l’allenatore italiano sarebbe stato cacciato a causa di alcune fratture insanabili con alcuni calciatori.

In merito, è intervenuto il presidente del club bavarese, Uli Hoeness, che ha dichiarato ai microfoni di Funke Sport: “L’allenatore si è messo contro in un colpo solo 5 giocatori. A questa cosa non sarebbe mai riuscito a sopravvivere. Ho imparato un detto nella mia vita: il nemico nel tuo letto è quello più pericoloso. Per questo motivo abbiamo dovuto agire. Ma come allenatore non puoi avere i tuoi migliori giocatori contro.”

Vengono confermate, quindi, le indiscrezioni secondo cui Re Carlo non solo avrebbe dovuto fare i conti con il pesante ego di Thomas Muller, ma anche con i malumori di altri giocatori, che dovrebbero essere Robert Lewandsowki, Arjen Robben, Franck Ribery e Mats Hummels.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI