Probabile punizione in arrivo per Dembélé, ancora protagonista di un comportamento sopra le righe

Da quando è arrivato in Catalogna, Dembélé non ha fatto altro che far parlare di sé. Scelto dalla dirigenza blaugrana come sostituto di Neymar, il francese dà la sensazione di dover ancora maturare molto, sia in campo che fuori.

La notizia che fa scuotere la testa ai tifosi del Barça, infatti, riguarda l’allenamento di oggi. In particolare, l’orario in cui la sessione si è svolta.

Ernesto Valverde aveva appunto programmato l’inizio dei lavori per le 11:00. Ora, non è che si chieda a tutti i calciatori di emulare Cristiano Ronaldo e di presentarsi al campo con tre ore di anticipo, ma nel calcio – più che in ogni altro lavoro – sarebbe auspicabile essere quantomeno puntuali, tanto più se la sveglia non suona esattamente all’alba.

Come riportato dal Mundo Deportivo, invece, Dembélé ha pensato bene di raggiungere i compagni alle 13:00, quando questi stavano per terminare l’allenamento.

Inutile dire che questa “marachella” potrà costare cara al ragazzo, il quale sarà probabilmente escluso dalla lista dei convocati per la prossima partita.

Già ad ottobre, il 21enne si era reso protagonista di un gesto simile, saltando totalmente una seduta.

Da adesso in poi, dunque, l’ex-Borussia Dortmund dovrà stare attento, visto che la pazienza dei dirigenti e la comprensione dei compagni potrebbero essere giunte al limite.

Insomma, è famoso il detto che recita: “Mai far aspettare una donna“, ma se in attesa ci fosse un nutrito gruppo di atleti infastiditi, la situazione non sarebbe poi tanto più rosea…

A cura di Samuel Giuliani (9Giuliani)