Dopo mesi di attese, nel tardo pomeriggio di ieri, si sono finalmente spente le voci sul prossimo allenatore del Barcellona. Infatti, in conferenza stampa, il presidente Josep Maria Bartomeu, ha annunciato l’arrivo di Ernesto Valverde che, poche ore prima, aveva lasciato l’Athletic Club Bilbao. L’allenatore estremegno ha firmato un contratto biennale, con opzione sul terzo anno e andrà a sostituire Luis Enrique.

Ecco le parole del presidente dei Blaugrana: “Ho parlato con lui: è felice, perché è una sfida speciale.Ha capacità, giudizio, conoscenza ed esperienza ed è amante del calcio giovanile. Ha uno stile di lavoro tipico del nostro club, grande capacità di lavoro ed è appassionato delle nuove tecnologie e della loro applicazione alle partite.”

Definito a suo tempo da Johann Cruijff come “uno degli allenatori più promettenti della Spagna”, per Ernesto Valverde, come vi avevamo già raccontato, questo si tratta di un ritorno a casa. Infatti, l’ex-attaccante spagnolo, soprannominato El Txingurri, militò fra le file dei catalani fra il 1988 e il 1990, vincendo una Copa del Rey e una Coppa delle Coppe. Cresciuto come allenatore nelle giovanili del Bilbao, ad oggi, Valverde è uno degli allenatori più esperti in Liga, con oltre 300 panchine solo con i baschi, a cui ha fatto vincere un Supercoppa di Spagna e che ha qualificato alle Coppe Europee per ben 4 stagioni consecutive. Nel suo curriculum, poi, può contare anche le esperienze con Valencia, Villarreal ed Espanyol. Con questi ultimi, raggiunse anche la finale di Coppa UEFA, dove venne sconfitto solamente ai calci di rigore dal Siviglia di Quiqe Sanchez Flores. Inoltre, può contare una  fruttuosa esperienza in Grecia, che ha permesso a lui e all’Olympiakos di vincere 3 Souper Ligka e 2 Coppe di Grecia.

Valverde, storicamente sembra il profilo giusto per il Barcellona: è un ex-blaugrana ed è molto abile nel far esordire i giovani, nonché amante del bel gioco. In genere, Valverde preferisce giocare con il 4-2-3-1, schema che gli permette di imporre il proprio gioco, dettare i ritmi della partita e mantenere un gran possesso palla. Storicamente, costruisce la base della sua squadra sulla difesa che, salvo rari casi come infortuni o squalifiche, non subisce mai grossi cambiamenti. La zona del campo in cui, però, gli piace parecchio variare è il centrocampo: molto spesso, infatti, nella sua carriera, abbiamo assistito a grossi turnover, soprattutto sulle fasce. Il calcio giocato dalle squadre di El Txingurri può essere definito completo, divertente e insidioso per qualsiasi avversario.

Per quanto riguarda il futuro, Valverde ha già le idee chiare su cosa fare per migliorare il Barça: la difesa e le fasce sono due zone del campo che necessitano di importanti interventi sul mercato. Il primo nome chiesto dal nuovo tecnico è quello di Ander Herrera, centrocampista spagnolo del Manchester United, che Valverde allenò a Bilbao. Il classe 1989 sarebbe perfetto per il Barcellona: il suo essere eclettico gli permetterebbe di ricoprire diversi ruoli del centrocampo e, quindi, in caso di emergenza, sopperire le assenze. Tuttavia, la trattativa sarà tutt’altro che semplice: se è vero che il suo contratto con i Red Devils è in scadenza la prossima estate, è anche vero che Josè Mourinho ha già dichiarato alla società che farà di tutto per trattenerlo almeno per un’altra stagione.

Ander Herrera, 27 anni: il centrocampista spagnolo del Manchester United è l’obiettivo numero uno del Barcellona.

Per quanto riguarda la fascia destra, invece, il nome caldo è quello di Nélson Semedo, talentuoso difensore classe 1993 del Benfica. Portoghese, ma di origine capoverdiana, Semedo è un calciatore molto tecnico e molto rapido che, però, è ben dotato anche in fase difensiva. Quest’anno, è stato uno dei principali artefici della cavalcata verso il titolo delle Aguias, ed è molto ricercato da diversi top club europei. Anche in questo caso, la trattativa potrebbe risultare complicata per via della forte concorrenza, ma una buona riuscita è tutt’altro che impossibile.

Infine, un altra situazione da chiarire in casa Barcellona è quella che riguarda Gerard Deulofeu: lo spagnolo, infatti, sembra destinato a lasciare il Milan, poiché molto probabilmente il Barça eserciterà il suo diritto di recompra. Lo stesso giocatore, però, avrebbe chiesto di parlare direttamente con Valverde prima di accettare, perché vorrebbe ottenere alcune garanzie e giocare con continuità.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI