L’argentino dimostra di non essere d’accordo sul possibile trasferimento di ”O Ney”

Leo Messi, intervistato dall’emittente TyCSports, si è detto contrario ad un eventuale trasferimento del suo ex-compagno alla corte di Zidane. La Pulce, infatti, ha così commentato l’ipotetica operazione di mercato:

Vedere Neymar al Real Madrid sarebbe un colpo terribile per il Barcellona, per quello che lui significa per noi. Qui ha vinto titoli importanti come Champions e Liga. Ho parlato con lui e sa già cosa penso”.

Senz’altro, l’acquisto del talento brasiliano, da parte del Real, significherebbe andare a rinforzare un reparto offensivo dalla pericolosità più che attestata, nel quale figura già il nome di un tale Cristiano Ronaldo.

Proprio sulla rivalità con il portoghese, Messi ha scelto di dribblare le domande in maniera diplomatica:

Non mi interessa essere il migliore della storia, non sono in competizione con nessuno: provo soltanto a migliorarmi e superarmi anno dopo anno. Non mi sono mai proposto come il migliore, né come il secondo o il terzo. Ronaldo? Io e lui non siamo in competizione”.

Mondiale

Il campione argentino ha poi tracciato gli obiettivi della Selección per quanto riguarda la spedizione in Russia, non senza aver prima fatto chiarezza riguardo la sua precedente decisione di lasciare la nazionale:

Dopo che avevo annunciato che avrei lasciato la nazionale, ci ho ripensato a mente fredda e ho capito che stavo dando un messaggio sbagliato alla gente che lotta per i propri sogni: devono continuare a lottare. In questi ultimi dieci anni ci siamo sentiti obbligati a vincere, ma non è così: non esistono obblighi, anche se le tre finali perse sono un peso che ci portiamo dentro. L’obiettivo minimo? Arrivare tra le prime quattro. Questa squadra merita di essere lì per la sua storia e per quello che ha dimostrato in passato. Ma il desiderio è quello di vincere: siamo i primi a voler essere campioni in Russia”.