Leon Bailey, esterno offensivo del Bayer Leverkusen, ha finalmente un prezzo ufficiale.

Le aspirine hanno infatti fissato il costo del suo cartellino intorno ai 35 milioni di euro, in modo tale da ridurre eventualmente i tempi utili ad imbastire una trattativa finalizzata alla sua cessione.

Bailey è un classe 1997, è giamaicano e nell’ultima stagione in Bundesliga ha giocato 34 partite tra campionato e coppa di Germania, siglando 9 gol e mostrando spesso ottime giocate e lampi di talento puro.

In grado di abbinare grande velocità ad ottime doti balistiche e imprevedibilità offensiva, il nativo di Kingston gioca da ala sinistra ed è in grado di garantire pericolosità costante sulla fascia e travestirsi spesso e volentieri da assist-man, ruolo cruciale per il gioco della squadra di Heiko Herrlich.

Il club di Leverkusen è da sempre un’ottima fucina di talenti, una bottega cara in grado di produrre gioielli preziosi. Bailey è solo l’ultimo di questi e il suo prezzo è destinato a lievitare. Il Tottenham sembrava da subito interessato ad accaparrarselo, così come il Chelsea, che vede il futuro di Eden Hazard ancora avvolto nel mistero e con l’ombra del Real Madrid che si fa sempre più incombente sul belga, ancora in vacanza dopo l’ottimo mondiale disputato in Russia con la sua nazionale.

Infine c’è la Roma, che ha impostato le sue strategie di calciomercato estivo su parametri precisi, come l’età dei nuovi acquisti e la loro eventuale futuribilità. Sono infatti già arrivati a Trigoria calciatori molto giovani come Kluivert, Coric Zaniolo ma è sfumata definitivamente la pista che portava a Malcom, il cui ingaggio sembrava cosa fatta ma che ha subito una clamorosa svolta in direzione Barcellona.

Così, il profilo di Bailey potrebbe tornare prepotentemente in auge e diventare l’ultimo tassello in grado di completare il mosaico degli acquisti giallorossi in un’estate all’insegna della gioventù.

Giuseppe Lopinto