In campo con le sue parate è spesso decisivo per le sorti dell’Atletico Madrid e dei suoi successi, oggi il rischio di una sua cessione potrebbe presto concretizzarsi: Jan Oblak, estremo difensore classe ’93 di nazionalità slovena, secondo quanto rivelato dal quotidiano sportivo AS, avrebbe manifestato l’intenzione di non rinnovare il proprio contratto con scadenza il 30 giugno 2021.

Secondo quanto rivelato, alla base di tale decisione non ci sarebbero problemi di soldi, poiché il portiere pare sia rimasto deluso da alcune promesse fatte e non mantenute dalla dirigenza madrilena, che avrebbe atteso per mesi, vanamente, a partire dal febbraio 2016, periodo in cui ci fu il primo rinnovo con i Colchoneros, utile ad aumentare la clausola rescissoria da 45 a 100 milioni di euro.

Nelle prossime settimane la questione andrà risolta, anche perchè le pretendenti per Oblak non mancano: in estate si era fatto avanti il Liverpool, pronto a offrire 80 milioni di euro, prima di ripiegare su Alisson, così come il Chelsea e il PSG, che han dovuto desistere dall’assalto allo sloveno virando rispettivamente su Kepa e Buffon.